Roma-Liverpool, i Reds protestano con l’Uefa per il criterio dei prezzi per i biglietti

La società inglese da diverso tempo ha aperto una discussione con il massimo organo calcistico europeo

di Redazione, @forzaroma

A Roma si sono vissuti giorni febbrili per la vendita dei biglietti per le due sfide contro il Liverpool in programma il 24 aprile e il 2 maggio. Prezzi alti per la semifinale di Champions League, ma i sold out sono stati davvero immediati. In casa Reds invece i tifosi protestano per il costo dei tagliandi per il settore ospiti nella gara dell’Olimpico. I sostenitori del Liverpool hanno pagato circa 83 euro per un biglietto, a differenza dei 50 spesi da quelli del Chelsea nella fase a gironi e dei 54 che invece i romanisti hanno sborsato per la gara di Anfield. Già nella sfida con il Porto ci sono state delle lamentele da parte dei Reds e, secondo il Liverpool Echo, i criteri di assegnazione dei prezzi per le gare in trasferta continueranno ad essere discussi con l’Uefa. L’esempio recente è quello del match con il Porto: il club lusitano ha infatti riservato uno sconto particolare agli abbonati, mentre il resto dei biglietti erano allo stesso prezzo del settore ospiti (le regole Uefa impongono proprio che il costo dei tagliandi per il settore ospiti non debba superare quelli della squadra di casa). Secondo i dirigenti del Liverpool si tratta di un problema generale e non relativo in particolare alla gara con la Roma. In passato l’Anderlecht ha dovuto rimborsare i tifosi del Bayern Monaco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy