Roma-Lazio, un derby vissuto tra energia e paura

di finconsadmin

(Corrieredellosport.it – Paolo De Paola) Non si pu? dire che in questo derby siano mancate le emozioni. Un gol spettacolare (Hernanes), un rigore sbagliato (Hernanes), uno realizzato (Totti, con record annesso), un?espulsione, un finale arrembante. L?1 a 1 non accontenta, ma nemmeno scontenta nessuno. La Roma ci mette un tempo per capirci qualcosa, la Lazio si fa male nella ripresa. Cominciano all?arrembaggio i giallorossi, ma tanta frenesia ? subito ridimensionata dall?ordine e dal pragmatismo degli uomini di Petkovic che esprimono il gioco migliore, rendendosi pi? volte pericolosi, una volta passati in vantaggio con un siluro da fuori area. Il derby ? adrenalina pura che a volte diventa energia, talvolta paura.

 

La Roma attraversa entrambi i momenti alla continua ricerca di un assetto convincente. Tanto talento in cerca di gloria riesce ad esprimere il meglio di s? solo attraverso la luce di Totti che vive la solitudine dei numeri primi. Andreazzoli non ha ancora chiarezza di idee.

 

La Lazio ? pi? squadra, cuce, riparte e colpisce compatta, senza fronzoli. Entrambe hanno formidabili potenzialit?, entrambe denunciano limiti diversi. Il confronto interno ? un?altra storia, specchio (in)fedele del cammino percorso nella stagione. A corredo di tutto uno sconfortante conteggio fuori dallo stadio (i feriti per accoltellamento) e una edificante coreografia sugli spalti. Alla fine Radu si scopre cantante, ma stona pesantemente. Poi ci sono l?espulsione e i rigori su cui si discuter? all?infinito. Ma questo ? normale. La classifica dice Lazio quinta, Roma settima. Si pu?/deve fare di meglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy