Roma ko in casa nel derby dopo 14 anni. L'ultimo 1-2 col Cagliari (a settembre)

di Redazione, @forzaroma

(di Alessio Nardo) L’incubo continua. La Roma perde anche il secondo derby stagionale e “completa” un’annata horribilis, di sole delusioni.

I giallorossi si dimostrano ancora una volta ingenui, restando in dieci uomini dopo appena 7′ per l’espulsione di Stekelenburg, frutto di una ripartenza veloce della Lazio con difesa giallorossa impreparata. Un classico. Già all’andata, De Rossi e compagni furono costretti a giocare buona parte del match in inferiorità numerica (rosso a Kjaer al 5′ della ripresa, fallo da rigore su Brocchi). Identico il risultato finale, 2-1. Terzo tiro dal dischetto per i biancocelesti negli ultimi tre derby, ancora una volta realizzato alla perfezione da Hernanes. Prosegue la maledizione giallorossa dagli undici metri avversari: l’ultimo penalty parato risale a due anni fa, proprio in una stracittadina (Julio Sergio su Floccari, 18 aprile 2010).

 

Dopo quattordici anni e quindici sfide (dieci vittorie, cinque pareggi) s’interrompe la tradizione positiva della Roma nei derby casalinghi. L’ultimo ko tra le mura amiche risaliva al gennaio 1998, in Coppa Italia. Fu proprio un 1-2, con reti di Jugovic, Paulo Sergio e, in extremis, Guerino Gottardi. Dalla stessa stagione, famosa per i quattro confronti su quattro persi con la Lazio, la Roma non incassava due sconfitte consecutive dai rivali. Da nove gare ufficiali, Totti e compagni non perdevano in casa, ovvero dal 29 ottobre (2-3 col Milan). L’ultimo 1-2 interno risaliva alla prima partita di campionato di questa stagione, contro il Cagliari: decisero il confronto Conti ed El Kabir, prima dell’inutile gol di De Rossi.

L’unica vera nota positiva, ormai consueta, è rappresentata da Fabio Borini. Il giovane attaccante bolognese, reduce dall’esordio in azzurro con gli Stati Uniti, consolida il suo primato in testa alla classifica dei marcatori stagionali romanisti, issandosi a quota nove gol e staccando Pablo Daniel Osvaldo (sempre fermo a 7). Per l’ex Chelsea si tratta del terzo gol consecutivo, sesto nelle ultime sette partite, compresi i 27′ di Catania.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy