Roma, in quattro agli Europei. Solo due azzurri (mai così pochi dal 1996)

di Redazione, @forzaroma

(di Alessio Nardo) Ventun giorni all’inizio di Euro 2012. Un appuntamento attesissimo dagli appassionati di calcio e, perché no, anche dai tifosi della Roma.

Saranno quattro i calciatori giallorossi a partecipare alla rassegna continentale in Polonia e Ucraina: due italiani (Daniele De Rossi e Fabio Borini), un olandese (Maarten Stekelenburg) ed un danese (Simon Kjaer).

Il filo diretto tra la Roma e le nazionali, negli ultimi quindici anni, si è man mano rafforzato e consolidato. Riferendoci esclusivamente agli Europei, sono 25 le convocazioni giallorosse totali nella storia (17 azzurre, 8 straniere): appena sette dal 1960 al 1996, ben diciotto dal 2000 al 2012. Solo in un’edizione del torneo (quella del 1968, peraltro l’unica vinta), l’Italia non ha avuto a disposizione giocatori della Roma. I primi due in assoluto ad esser chiamati furono, nel 1980, Romeo Benetti e Roberto Pruzzo. Il primo straniero? Rudy Voeller nel 1988. Solo due calciatori si sono laureati campioni d’Europa “da romanisti”: il francese Vincent Candela nel 2000 e il greco Traianos Dellas nel 2004.

Da sedici anni la squadra giallorossa non donava così pochi elementi all’Italia in vista di un Europeo. Nel 1996, il ct Arrigo Sacchi convocò il solo Amedeo Carboni, punto fermo dell’undici di Carletto Mazzone. Nel 2000, nonostante il modesto sesto posto in classifica, la Roma fu il secondo club per “numero di azzurri”, alle spalle della Juventus (6) e al pari del Milan (4). Ad esser chiamati da Dino Zoff furono Francesco Antonioli (in qualità di terzo portiere), Vincenzo Montella, Marco Delvecchio (inutilmente a segno in finale con la Francia) e Francesco Totti (stella del torneo con due reti ed il cucchiaio su rigore sfornato nella semifinale con l’Olanda).

Nel 2004, Giovanni Trapattoni convocò tre romanisti: Christian Panucci, Francesco Totti e Antonio Cassano, quest’ultimo autore di due gol (contro Svezia e Bulgaria). Ad Euro 2008 la Roma, al pari della Juve, fu il club più rappresentato con ben quattro giocatori prescelti da Roberto Donadoni: Panucci, De Rossi, Perrotta e Aquilani.

CONVOCATI NELLA NAZIONALE ITALIANA (17)
EURO 1968: zero convocati
EURO 1980: due convocati (Benetti, Pruzzo)
EURO 1988: un convocato (Giannini)
EURO 1996: un convocato (Carboni)
EURO 2000: quattro convocati (Montella, Delvecchio, Totti, Antonioli)
EURO 2004: tre convocati (Panucci, Totti, Cassano)
EURO 2008: quattro convocati (Panucci, De Rossi, Perrotta, Aquilani)
EURO 2012: due convocati (De Rossi, Borini)

CONVOCATI COMPLESSIVI (25)
EURO 1960: zero convocati
EURO 1964: zero convocati
EURO 1968: zero convocati
EURO 1972: zero convocati
EURO 1976: zero convocati
EURO 1980: due convocati (Benetti, Pruzzo)
EURO 1984: zero convocati
EURO 1988: due convocati (Giannini, Voeller)
EURO 1992: due convocati (Hassler, Voeller)
EURO 1996: un convocato (Carboni)
EURO 2000: cinque convocati (Montella, Delvecchio, Totti, Antonioli, Candela)
EURO 2004: cinque convocati (Dellas, Dacourt, Panucci, Totti, Cassano)
EURO 2008: quattro convocati (Panucci, De Rossi, Perrotta, Aquilani)
EURO 2012: quattro convocati (De Rossi, Borini, Stekelenburg, Kjaer)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy