Roma in partenza per Verona. Unico obiettivo: i tre punti – FOTO – VIDEO

Totti e compagni stanno per lasciare la Capitale alla volta del capoluogo veneto per la prima giornata di campionato 2015/2016. Al Bentegodi il neo-acquisto Edin Dzeko farà il suo esordio in Serie A

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

Questa mattina l’allenamento di rifinitura, poi la conferenza stampa di Rudi Garcia, ora la partenza in direzione Verona. A 24 ore dal fischio di inizio della prima giornata di campionato, la nuova Roma è pronta a dare il via a questa nuova stagione 2015/2016. La squadra giallorossa è arrivata alle partenze del Terminal 1 dell’aeroporto di Fiumicino alle ore 17.40, pronta a decollare con addosso tanto entusiasmo e tanta voglia di far bene per riprendere il cammino lasciato in sospeso con la fine dello scorso anno solare. Presenti una 30ina di tifosi, felici della disponibilità mostrata dai giallorossi per foto ed autografi. Ora l’obiettivo è soltanto uno: i tre punti.

LA PRIMA DI DZEKO IN SERIE A – Il tecnico francese avrà a sua disposizione l’intera rosa, ad esclusione di Iturbe (squalificato), Maicon, Strootman e Ruediger (infortunati). Proprio l’assenza del terzino brasiliano costringerà Garcia a schierare sulle fasce Florenzi e Torosidis, supportati dalla coppia centrale composta da Manolas e dal rientrante Castan. In porta partirà subito titolare il nuovo arrivato Wojciech Szczesny. Il 4-3-3 di Garcia dovrebbe prevedere a centrocampo il terzetto formato da Pjanic, De Rossi e Nainggolan, provato dal francese nell’allenamento di ieri. Lì davanti, poi, ci sarà l’imbarazzo della scelta, ma dovrebbero spuntarla tutti e tre i nuovi acquisti offensivi: Salah, Dzeko e Iago Falque. Per il centravanti bosniaco, tanto atteso dai tifosi giallorossi in questa sessione di calciomercato, sarà l’esordio nel campionato italiano dopo gli anni in Bundesliga e le ultime stagioni in Premier con il Manchester City. Chi invece dovrebbe mancare nell’11 titolare dopo tanto tempo sarà Francesco Totti. Il capitano della Roma nell’arco di questa nuova stagione verrà utilizzato da Garcia come perla aggiuntiva, anche se, a detta dello stesso allenatore, non è un eresia pensare al numero 10 in campo con Dzeko.

PAROLA D’ORDINE: AMBIZIONEGarcia in conferenza stampa tiene a ribadire un concetto più volte: “Io non sono cambiato, ho sempre tanta ambizione. E la mia ambizione dice che io sono qui per vincere dei titoli, anche se il nostro obiettivo primario è la qualificazione in Champions“. Ambizione, ma nonostante tutto il tecnico francese vola basso, non ha alcuna intenzione di sbilanciarsi per il momento. La sensazione che questo sia finalmente l’anno per poter vincere qualcosa, però, è sicuramente nell’aria: “Qui c’è tanto entusiasmo e ci sono tante ambizioni e convinzioni, per questo chiedo a tutti di giocare insieme: io, i giocatori, la società e i tifosi. Se non siamo insieme facciamo il male della Roma, ora che conosco bene la piazza so che in alcuni momenti ci può essere disfattismo, io invece sono molto positivo. Lo dice la storia: vincere è nel destino della Roma. Il suo destino è vincere perché siamo nella città più prestigiosa del mondo, perché abbiamo addosso la maglia più bella del mondo. Per questo noi dobbiamo solo essere all’altezza del destino della Roma“. Intanto, nel frattempo, “Ci sono tre punti da prendere già domani per iniziare con il piede giusto“. Parola di Rudi Garcia.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy