Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Roma, il filo azzurro del 2022: Pellegrini e Spinazzola pronti ad aiutare Mourinho

Getty Images

La Roma conclude l’anno al sesto posto con tanti rimpianti. Il nuovo anno si aprirà col ritorno dei due nazionali, e magari con qualche colpo dal mercato

Redazione

L’anno che verrà, come cantava Lucio Dalla, tra un anno passerà. Ed è un anno in cui i tifosi romanisti si aspettano risposte più concrete. Sia dal campo che dal mercato. In attesa dei “colpi” di Pinto i primi “acquisti” della Roma saranno Lorenzo Pellegrini e Leonardo Spinazzola. Il capitano giallorosso è ai box dal 28 novembre per un problema muscolare causato dal troppo amore del numero 7 per la maglia. Dopo aver stretto i denti molte volte rinunciando anche alla Nazionale, una lesione al quadricipite gli ha fatto finire in anticipo l’anno. Fino allo stop in Roma-Torino, Lorenzo è stato l’uomo in più di Mourinho. Numeri strabilianti: 8 gol e 3 assist in tutte le competizioni. Un’assenza enorme. A Milano nel giorno della Befana proverà ad esserci per continuare la rincorsa al quarto posto che dopo ieri sera è diventata più complicata. Mourinho lo spera ma non è certo di poterci contare già dal 6 gennaio. Nel frattempo il numero 7 continuerà a lavorare anche in vacanza a Dubai visto che sarà accompagnato dal suo fisioterapista. Il grande assente della stagione resta però Leonardo Spinazzola. L’Europeo giocato a livelli altissimi doveva essere il preludio di un campionato sopra le righe. La sfortuna si è accanita con il terzino giallorosso che durante Belgio-Italia ha subito la rottura del tendine d’Achille. Mourinho ha recentemente dichiarato: “Non se se avrò Spinazzola per gennaio”. La speranza è quella di rivedere la freccia sinistra almeno per febbraio dopo l’ultimo e definitivo consulto col dottor Lempainen. Una data indicativa? Sogniamo in grande e diciamo il 6 febbraio col Genoa. Ne ha bisogno lo Special One ma soprattutto la Roma che al momento si consola con Vina non ottenendo ovviamente gli stessi risultati.

 

 Getty Images

Non solo ritorni, ecco i possibili colpi in arrivo

Due assenze pesanti che hanno portato Mourinho a modificare il volto della Roma. Soprattutto senza Pellegrini il tecnico ha ridisegnato l’assetto con un Zaniolo affiancato ad Abraham e Mkhitaryan a fare più la mezz’ala che il trequartista puro. Col ritorno di Lorenzo probabilmente le cose cambieranno. Ma Mou spera di poter cambiare anche in virtù di nuovi arrivi dal mercato. Servono almeno due colpi oltre ai ritorni di Pellegrini e Spinazzola per iniziare l’anno con il botto. Grillitsch al momento è il centrocampista più vicino alla Roma ma la frase di Pinto di ieri apre anche altri scenari : “Il 90% dei nomi usciti non sono veri”. L’austriaco sembra comunque il favorito per dare il cambio a Veretout e Cristante. Sfumato, invece, Zakaria che è in procinto di firmare con il Borussia Dortmund e per il quale la Roma doveva chiudere molto tempo prima. L’altro acquisto essenziale è il terzino destro. Karsdorp ha necessariamente bisogno di un cambio su quella fascia. E Reynolds non lo è. La Roma punta sulla volontà di Henrichs, che sta spingendo per essere ceduto a gennaio. Piace anche Max Aarons, 22 anni, del Norwich, ma la sua quotazione, che supera i venti milioni, non sembra alla portata della Roma. Attenzione quindi a piste alternative, una di queste può essere Kristensen del Salisburgo.

Daniele Aloisi