Roma, i rimpianti di Monchi: “Per mesi mi hanno lasciato da solo”

Roma, i rimpianti di Monchi: “Per mesi mi hanno lasciato da solo”

L’ex ds giallorosso, tornato al Siviglia dopo la negativa esperienza nella capitale, ha svelato le difficoltà dei primi mesi

di Redazione, @forzaroma

Roma-Siviglia non è solo Europa League e campo. Sarà anche lo scontro tra i giallorossi e il loro passato recente, che si chiama Ramon Monchi. Il ds spagnolo rappresenta una delle pagine più brevi e amare della proprietà americana, forse il più grande rimpianto di James Pallotta. “Ma per mesi sono stato lasciato solo“: lo stesso attuale direttore sportivo del Siviglia ha parlato del periodo alla Roma in un video, risalente ad un convegno all’Università di Siviglia. “Quando ho accettato la proposta, ho anche accettato di cambiare habitat, lasciando la famiglia qui – le parole riportate da ‘gazzetta.it’ -. Ci ho messo quattro mesi a capire solo dove fossi capitato. Tutti dicevano: ‘Lui è Monchi, è bravissimo, in fondo ha solo cambiato ufficio’. In realtà per quattro mesi nessuno si è preoccupato di aiutarmi come persona. E non è stato facile”.

Nonostante le parole d’amore al suo arrivo nella capitale (“Neanche nei miei sogni più belli avrei potuto immaginare un’accoglienza migliore e tutto questo ha reso più semplice questa traversata”), dopo tre anni il sentimento e il pensiero di Monchi sembra essere decisamente cambiato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy