Roma, i Friedkin incontrano Malagò e Gravina. Il presidente FIGC: “Loro ingresso positivo” – FOTO

Meeting con i rappresentanti dello sport italiano, coinvolto anche Fienga. Al Coni presente il segretario generale Mornati

di Redazione, @forzaroma

Dan e Ryan Friedkin hanno incontrato questa mattina Giovanni Malagò e Gabriele Gravina. I due proprietari della Roma, accompagnati dal Ceo giallorosso Fienga, sono stati ricevuti prima dal presidente del Coni nel suo ufficio a palazzo H, si legge sul sito ufficiale del Comitato. Presente all’incontro anche il segretario generale del Coni Mornati. I texani, che avevano avuto un contatto telefonico con Malagò circa un anno fa, hanno richiesto e ottenuto il faccia a faccia, durato circa un’ora. Dan e Ryan Friedkin hanno anche visitato la sala delle fiaccole e il salone d’onore, che li ha molto colpiti. Qualcosa in più di un semplice pour parler istituzionale, che si è concluso con la consegna da parte del numero uno del Coni della maglia e della tuta dell’Italia Team. Sul tavolo tanti argomenti, dallo stadio del futuro alla gestione dell’Olimpico, passando per gli investimenti da programmare, i progetti sul club romanista e la politica sportiva, nazionale e internazionale.

Successivamente i Friedkin e Fienga hanno incontrato anche il presidente della Figc Gabriele Gravina. Il numero uno del calcio italiano e i nuovi proprietari americani del club giallorosso hanno discusso di progetti per lo sviluppo del calcio: da entrambe le parti è stata espressa grande collaborazione. Il meeting, conclusosi pochi minuti fa, si è svolto in Figc nello studio del Presidente ed è durato circa mezz’ora. Gravina ha consegnato due maglie dell’Italia, la numero 9 e la numero 10 e i Friedkin hanno sottolineato l’interesse di far crescere il campionato italiano, favorendone lo sviluppo e l’internazionalizzazione

Queste le parole del presidente della Figc: “È stato un incontro proficuo, è stato un piacere conoscerli. Hanno dimostrato grande interesse verso il nostro mondo ed ho potuto constatare una grande voglia di fare, il loro ingresso nel calcio italiano è un fattore molto positivo”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy