Roma, Florenzi ed El Shaarawy corrono verso il Palermo. Baldissoni: “Vogliamo la curva Sud”

Berdini si scaglia ancora contro lo stadio: “Resto contrario alla localizzazione”. Garcia si presenta al Marsiglia: “A Roma sono maturato”. A Trigoria lavoro di scarico per chi ha giocato

di Luca Benincasa Stagni, @lucabeninstagni

Il giorno dopo Roma-Austria Vienna è iniziato per i calciatori di Spalletti alle 11.30. A Trigoria il tecnico ha diretto una seduta di scarico per i giocatori che sono scesi in campo nel match contro gli austriaci terminato con un rocambolesco 3-3, mentre chi non ha giocato ha svolto un lavoro tattico e tecnico in vista del posticipo domenicale. All’Olimpico alle 20.45 c’è il Palermo e la rimonta viola deve essere smaltita subito, proprio come hanno fatto Florenzi ed El Shaarawy dai rispettivi infortuni. I due romanisti, che avevano accusato qualche disturbo dopo il confronto europeo, sono riusciti a recuperare e non è escluso un loro impiego fin dal primo minuto domenica sera.

STADIO – Intanto continuano le polemiche intorno allo stadio della Roma. E’ ancora una volta Paolo Berdini, assessore all’Urbanistica, ad attaccare il progetto di Pallotta: “Se si dovesse trattare solo della costruzione dello stadio, io sono contrario alla localizzazione e all’aumento di volumetrie spaventoso dato dalla giunta Marino in cambio di opere pubbliche”. In sostanza, o la Roma accetta le misure che ha in testa Berdini, oppure il grillino continuerà a fare muro. Questo per il futuro. Guardando al presente, ieri non sono mancate le polemiche per il comportamento dei tifosi austriaci, ‘colpevoli’ di aver tifato, con tanto di fumogeni, i propri beniamini. Un atteggiamento che ai fedelissimi giallorossi è vietato da tempo e chi sgarra, paga. Baldissoni ha voluto sottolineare come “quando ero in Curva, noi non potevamo sopportare che chi veniva da fuori potesse cantare più della Curva Sud”. Il dirigente, alla luce anche della differenza di trattamento nello stesso impianto, ha dichiarato: “Oggi siamo costretti a sentire la voce del settore ospiti, vogliamo cambiare questa situazione perché vogliamo sentire soltanto il coro della Curva Sud”.

GARCIA AL MARSIGLIA – Oggi, infine, Rudi Garcia si è presentato in conferenza stampa davanti ai media. Il francese ha firmato un contratto con l’Olympique Marsiglia, rinunciando ai 7,5 milioni che avrebbe guadagnato restando legato alla Roma. Un’esperienza, quella capitolina, che ha fatto crescere il tecnico transalpino: “L’esperienza a Roma è stata positiva, sono maturato a livello professionale e ho vissuto momenti molto belli. Sono rimasto legato alla città e ci tornerò spesso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy