Roma-Fiorentina, la Sud contesta: “Vogliamo 11 Garcia”. Squadra sotto la curva – VIDEO – FOTO

La Curva Sud abbandona lo stadio dopo mezz’ora. I tifosi si riuniscono all’esterno e decidono di rientrare alle 20.30. Invasione di campo di un tifoso. Fischi, insulti e sfottò. Squadra a colloquio con gli ultras al fischio finale

di Redazione, @forzaroma

La Curva Sud è in piena contestazione. Allo 0-3 rimediato dalla Roma allo stadio Olimpico contro la Fiorentina tutta la rabbia della curva si è scatenata in un protesta compatta e condivisa da tutti i tifosi.

Si era partiti con tutte le buone intenzioni a favore del tecnico giallorosso con lo striscione: “Garcia non si tocca: a chi non sta bene calci in bocca”.

Poi però i tre gol incassanti in 30 minuti hanno fatto infuriare i tifosi della Roma con con un striscione esposto dalla parte alta a destra della curva: “Mercenari cambiate ‘mestiere'”. E giù cori contro la squadra “La nostra fede non va tradita, mercenari“, “vi romperemo il cu*lo“, “tifiamo solo la maglia“.
Al 30′ del primo tempo è la parte bassa della Curva a contestare la squadra: “Roma s’è rotta er ca**o…a presto” e gran pare del settore lascia lo stadio, formando un vuoto. Sono stati lanciati anche dei petardi e fumogeni sulla pista d’atletica.

 

AGGIORNAMENTI IN DIRETTA (Aggiorna)

Ore. 20.55 – Dopo un breve colloquio con i contestatori, i giocatori tornano negli spogliatoi subendo un lancio di oggetti. Florenzi è in lacrime. Un tifoso grida a Baldissoni: “Ci devi andare tu là sotto”.

Ore 20.50 – La partita è terminata e la squadra viene invitata suon di cori a recarsi sotto la curva. Quasi tutti i giocatori, compresi De Rossi, Florenzi e Totti, si avvicinano ai tifosi.

Ore 20.45 – “Levate la maglia, mercenario levate la maglia” e “Noi vogliamo undici Garcia”.

Ore 20.40 – I cori proseguono senza sosta: “Se vedemo in discoteca, se vedemo in discoteca”, “Andate a lavorare”.

Ore 20.30 – Rientrano i tifosi della Curva Sud intonando così di contestazione: “La nostra fede non va tradita, mercenari”, “C’avete rotto il c***o”, “Vi rompemo il c**o” e così via.

Ore 20.19 – All’interno dello stadio un tifoso tenta l’invasione di campo ma il suo tentativo viene presto bloccato dagli steward. Dopo essere riuscito ad opporre resistenza per qualche momento, ed aver suscitato gli applausi dell’Olimpico, viene portato via di peso.

Ore 20.10 – I tifosi della Roma rientreranno nello stadio 10 minuti prima della fine della partita per contestare la squadra. Giunge la notizia che sugli spalti, Nainggolan ha avuto un breve diverbio con un tifoso.

Ore 20.05 – Le forze dell’ordine sono costituite 10 blindati e un centinaio di poliziotti antisommosa.

Ore 20.00 – Al rientro dei giocatori in campo, prosegue e aumenta la contestazione dei tifosi giallorossi con cori e fischi: “Andate a lavorare”. Successivamente i presenti cominciano ad abbandonare definitivamente lo stadio.

Ore 19.56 – Le forze dell’ordine si schierano in massa davanti all’entrata della tribuna autorità, zona dove di solito escono i giocatori.

Ore 19.52 – I tifosi della Sud radunati fuori dalla curva. Cancelli del piazzale blindati

Ore 19.48 (47′ Roma-Fiorentina): Termina il primo tempo una valanga di fischi invade lo stadio Olimpico

Ore 19.45 (45′ Roma-Fiorentina): La Curva continua inesorabilmente a svuotarsi, ormai migliaia di persone sono uscite dal settore lasciando vuota la Curva.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy