Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Roma, festa Tirana! Mou fa il “5”, gioia dei Friedkin e Pellegrini alza la coppa

Roma, festa Tirana! Mou fa il “5”, gioia dei Friedkin e Pellegrini alza la coppa - immagine 1

All'Arena Kombatare è cominciata una notte indimenticabile

Redazione

Una festa destinata a durare per settimane. La Roma ha vinto la Conference League e tra l'Olimpico e Tirana è cominciata una festa senza precedenti. All'Arena Kombatare al fischio finale Mourinho si volta verso la tribuna e fa il segno "5" come le coppe diverse vinte in carriera dopo aver vissuto con il fiato sospeso gli ultimi minuti. Una gioia come se fosse un bambino, eppure di finali - e più prestigiose - ne ha vinte eccome in passato. Si sono sbottonati finalmente anche i Friedkin, orgogliosi della loro squadra. Hanno esultato in tribuna e poi sono immediatamente scesi in campo: prima è stato premiato il Feyenoord e poi la Roma. Intanto i romanisti sulle tribune di Tirana è partita una festa. Prima della gioia più grande: Pellegrini che alza la coppa al cielo di Tirana. Dopo averlo fatto, Mancini ha preso una bottiglia di spumante e l'ha versata sul direttore generale Pinto, poco vicini i Friedkin che ne sono usciti indenni.

La T-shirt celebrativa

I presidenti si sono sempre tenuti a distanza dalla squadra perché non gli vogliono levare la scena, hanno abbraccio Mourinho e scambiato con lui qualche parola. Dan e Ryan, poi, sono stati premiati dalla Uefa con due medaglie. Dopo i giocatori si sono spostati verso il settore che contiene i romanisti, hanno festeggiato insieme cantando cori e lanciando sciarpe preparate per l'occasione, la curva ha risposto con il coro "Grazie ragazzi". Alcuni calciatori hanno indosso una t-shirt rossa con la coppa e la scritta "winner". Poi abbracci, tanti abbracci tra lo staff, i giocatori e dirigenti. Zaniolo è uscito dal campo senza pantaloncini, Abraham ha giocato con i tifosi sugli spalti allontanandosi con la coppa e tornando subito indietro. Poi le foto per ricordare una notte che resterà nella storia.