Roma Femmile, Pettenuzzo: “La squadra sta lavorando bene, l’obiettivo è quello di migliorarmi”

Roma Femmile, Pettenuzzo: “La squadra sta lavorando bene, l’obiettivo è quello di migliorarmi”

La giocatrice giallorossa aggiunge: “Dopo il Mondiale c’è stata una crescita esponenziale. La coach ci chiede grande intensità”

di Redazione, @forzaroma

Tecla Pettenuzzo, difensore della Roma Femminile, ha rilasciato un’intervista a Roma Tv in cui ha deciso di fare una panoramica di quelli che saranno gli  obiettivi  sia sul piano personale che su quello della crescita del calcio delle donne dopo l’avventura mondiale in Francia.

“Quest’anno le aspettative sono tante, voglio crescere come giocatrice. C’è tanta competizione quindi l’obiettivo è quello di poter giocare più partite possibili e migliorarmi”, ha dichiarato la giocatriceche ha espresso la sua voglia di crescere.

Il difensore giallorosso ha poi proseguito parlando del Mondiale in Francia e delle possibili ripercussioni sulla Serie A Femminile: “Dopo il mondiale c’è stata una crescita esponenziale, questo ha portato ogni squadra di Serie A ad una crescita e secondo me si potranno vedere delle belle partite e un bel gioco. Mi aspetto una Serie A molto più competitiva rispetto allo scorso anno, dopo il mondiale ogni società ha capito quanto si può crescere e tutte puntano a fare meglio”.

Pettenuzzo ha poi aggiunto: “Nonostante sia molto giovane il fatto di aver giocato molte partite da titolare l’anno scorso mi ha fatto crescere tanto, ma so che ci sono ancora molti aspetti su cui lavorare dal punto di vista tattico e tecnico. Cerco di sopperire a queste mancanze con la cattiveria agonistica. Ho la fortuna di giocare con calciatrici molto esperte e cercherò di apprendere al meglio da loro. In difesa siamo tante e con caratteristiche diverse, ma con la coach e lo staff stiamo lavorando tanto e sono certa che riusciremo a trovare una bella sintonia”.

Linfine, la giocatrice giallorossa ha espresso un giudizio sul ritiro di Norcia da poco terminato: “Da questi primi allenamenti ho notato che lo staff e la coach ci chiedono una grande intensità e un grande pressing. Vogliono un gioco in cui la costruzione parta dal basso, per questo noi difensori ci sentiamo protagonisti dello sviluppo dell’azione. Stiamo lavorando tanto per farci trovare pronte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy