Pallotta sbarca a Roma: “La gara col Porto? Tutti fuori di testa per una sconfitta” – FOTO – VIDEO

Il numero uno giallorosso è atterrato nella capitale alle 8.15 di questa mattina: “Incontrerò Sabatini e parlerò con lui. Il contratto di Manolas? Nessun problema. Per il nuovo stadio tutto sta andando avanti, è stata rispettata la tabella di marcia”

di Redazione, @forzaroma

A tre mesi di distanza dall’ultima visita in Italia, James Pallotta torna a Roma. Questa mattina alle 8.15 il presidente giallorosso è atterrato all’aeroporto di Ciampino per dare il via a questa settimana fitta di impegni. Già, perché gli appuntamenti in agenda non sono pochi, a partire da quelli dedicati al futuro stadio di Tor di Valle. Tra martedì e mercoledì il numero uno di Trigoria incontrerà sia il sindaco di Roma Virginia Raggi che il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. In programma anche alcune riunioni con i rami commerciali della società giallorosso. Intanto già domani Pallotta sarà all’Olimpico per assistere dalla tribuna al match contro la Sampdoria.

Forzaroma.info segue in diretta l’arrivo del presidente James Pallotta e la sua giornata a Roma.

LIVE

Ore 09.45 – Un’ora e mezza dopo il suo arrivo nella capitale, Pallotta è già operativo. Il presidente, accompagnato dal suo braccio destro Alex Zecca, si è recato nel nuovo Roma Store di via del Corso per un tour del negozio. La visita verrà bissata anche nel pomeriggio di oggi.

Ore 08.20 – Il presidente Pallotta ha rilasciato alcune dichiarazioni ai cronisti presenti, tra cui quello di Forzaroma.info. Queste le sue dichiarazioni:

Il contratto di Manolas?
Non ci sono novità sui vari contratti. È tutto ok sia con i giocatori che con lo staff tecnico. Tutto quello che leggo sui giornali non lo capisco.

Cosa si aspetta dalla squadra nel breve termine?
Io penso che la squadra abbia giocato bene nella prima partita contro il Porto, hanno giocato alla grande, siamo riusciti a segnare, ma poi abbiamo giocato con un uomo in meno. Nei giorni successivi abbiamo vinto 4 a 0, il secondo tempo con l’Udinese è stato spettacolare. Al ritorno con il Porto purtroppo abbiamo subìto un gol all’inizio e i due cartellini rossi ravvicinati che ci hanno ucciso. Abbiamo giocato in nove e abbiamo avuto la possibilità di segnare tre gol e quindi pareggiare la partita. Abbiamo giocato bene in nove uomini fin quando abbiamo preso il gol al 75′ in maniera stupida. Non abbiamo giocato male, ci siamo buttati un po’ giù nella gara successiva dove eravamo sopra di due gol che poi ci hanno rimontato. La squadra è forte, non so perché tutti sono andati fuori di testa per una sconfitta. Una partita e tutti si sono buttati giù. Ora vedremo come la squadra si risolleverà.

Ce la farà la squadra a qualificarsi alla prossima Champions League?
Siamo solo alla seconda partita della stagione, sicuramente è quello il nostro obiettivo.

La Roma può vincere l’Europa League?
L’Europa League è difficile, vedremo, bisognare stare bene fisicamente. Dobbiamo rimanere motivati per tutta la competizione. Non comprendo se il calo della squadra è dato dal fatto di non giocare in Champions League. All’andata abbiamo giocato bene, poi ci sono state due situazioni stupide. Succede, non bisogna buttarsi giù, questa è una buona squadra. Recupereremo anche tutti gli infortunati.

Parlerà con Sabatini?
Sì, vedrò Walter.

Parlerà con lui del contratto?
Ci parlerò del contratto, lui ha un altro anno di contratto. Se ne andrà se dopo il nostro incontro decideremo di separarci, se invece decideremo che dovrà restare resterà, ma c’è un contratto. Non sono preoccupato di queste cose adesso. Sarà la prima settimana di Gandini ed è una grande cosa averlo con noi, sarà l’uomo decisivo. Lo presenteremo lunedì alle 11 di mattina così non vi dovrete svegliare presto (ride ndr). Avremo diversi incontri durante la settimana. Le cose sulla stadio stanno andando alla grande.

Ci sono novità sul main sponsor?
Non so quale sarà il main sponsor, ma non è una cosa che mi preoccupa. Abbiamo un buon amministratore delegato che si occuperà di coordinare tutto.

A che punto è l’iter dello stadio?
Siamo a buon punto del percorso, tutto sta andando avanti, tutto quello che è successo nell’ultimo mese ha fatto avanzare il progetto. È stata rispettata la tabella di marcia, non sono cambiati i programmi di quando inizieremo a costruire, anzi, forse potremmo essere anche in anticipo. Sono molto felice per questa situazione. Tutto sembra procedere per il verso giusto, anche per il convium e le aree intorno allo stadio.

Sull’assenza della Curva Sud?
Vorrei che tornasse, ma non posso fare nulla. Quella di tornare o meno è una decisione che spetta a loro. A tutti piacerebbe che rientrassero, i giocatori li vogliono, tutti li vogliono in Curva Sud. Io non posso controllare le barriere e le altre cose, non è il mio stadio. La Roma non ha il suo stadio, l’ho già detto molte volte. Non c’è molto che possiamo fare.

Ore 08.15 – Pallotta è atterrato all’aeroporto di Ciampino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy