Roma, ecco il ‘piano B’ per arrivare a Siviglia

Roma, ecco il ‘piano B’ per arrivare a Siviglia

I giallorossi, se non dovesse arrivare la deroga da parte del governo spagnolo, potrebbe spostarsi in aereo fino in Portogallo e poi raggiungere la destinazione in pullman

di Redazione, @forzaroma

La Roma va in pullman: è questa l’ultima ipotesi per i giallorossi vista l’emergenza coronavirus e le conseguenze sugli spostamenti internazionali. Domani sera è in programma la sfida in casa del Siviglia per l’andata degli ottavi di finale di Europa League, se non fosse che la Spagna ha bloccato i voli in arrivo (e in partenza) dall’Italia. L’Uefa sta cercando di mediare per ottenere una deroga per i charter delle squadre di calcio, dal momento che oltre alla Roma ci sono in ballo anche le situazioni di Inter e Barcellona. Intanto la Roma studia delle soluzioni alternative per raggiungere Siviglia.

Come riporta Ugo Trani su ‘Il Messaggero’, se non dovesse arrivare la deroga, i giallorossi potrebbero muoversi in altro modo, facendo scalo. In questo caso sarebbe prevista una tappa intermedia a Faro, nel sud del Portogallo, che la squadra di Fonseca raggiungerebbe in aereo. Da qui la Roma si sposterebbe in pullman fino a Siviglia, che dal capoluogo dell’Algarve dista 201 chilometri. Per un totale di circa cinque ore di viaggio, metà in volo e l’altra metà su strada. Una traversata non indifferente per l’allenatore e i giocatori, nella speranza che non ne risentano poi in campo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy