Roma, ecco il Napoli: cinque vittorie di fila prima del ko con l’Atalanta

Roma, ecco il Napoli: cinque vittorie di fila prima del ko con l’Atalanta

Il punto sui prossimi avversari dei giallorossi, rigenerati dalla cura Gattuso e freschi vincitori della coppa nazionale

di Redazione, @forzaroma

Non poteva esserci forse avversario peggiore, per la Roma reduce da due brutte sconfitte consecutive. Al San Paolo, domenica alle 21.45, gli uomini di Fonseca saranno ospiti del Napoli rigenerato dalla cura Gattuso e fresco vincitore della Coppa Italia, conquistata poco meno di un mese fa allo stadio Olimpico. I partenopei vengono sì dal 2-0 incassato dall’Atalanta, ma prima del ko di Bergamo, considerando solo il campionato, avevano trovato cinque successi di fila (Cagliari, Brescia, Torino, Verona e Spal). In quell’arco di tempo, inoltre, gli azzurri sono riusciti a battere la Juventus ai tiri di rigore in coppa, dopo aver eliminato l’Inter in semifinale, e a fermare il Barcellona sull’1-1 in Champions. Proprio in virtù della vittoria con i bianconeri, il Napoli si è assicurato la partecipazione alla prossima Europa League.

Probabile formazione Napoli (4-3-3): Meret; Hysaj, Manolas, Koulibaly, M. Rui; Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne.

Cinque i cambi di Gattuso rispetto alla formazione anti-Atalanta. Secondo Sky Sport, escono il portiere Ospina, infortunatosi a Bergamo, Hysaj, Maksimovic, Politano e Mertens: al loro posto Meret, Hysaj, Manolas, Callejon e Milik. Nel ballottaggio Insigne-Lozano dovrebbe prevalere il primo: in questo caso il messicano sarà una carta da giocare a gara in corso. Le quotazioni dell’esterno ex Psv sono in rialzo, a causa della rete segnata al Verona e della buona mezz’ora giocata contro i nerazzurri.

Dopo la separazione con Ancelotti, il Napoli concede molto meno in fase difensiva. Gattuso ha infatti optato per un baricentro più basso e scelto di negare gli spazi agli attaccanti avversari, senza rinunciare comunque alle capacità di palleggio dei suoi uomini offensivi: dalle due mezzali al tridente d’attacco. L’acquisto di Demme ha fornito la squadra dell’equilibratore che mancava dai tempi di Jorginho, mentre in avanti, sia col trio che probabilmente giocherà contro la Roma, sia con i loro compagni di reparto, Gattuso può contare su calciatori molto pericolosi. Con Milik in campo, per esempio, la formazione giallorossa dovrà stare attenta anche ai palloni alti; viceversa, con Mertens, gli uomini di Fonseca dovranno essere in grado di non subire troppo i suoi movimenti con e senza palla.

Oltre ai cambi tattici, il tecnico del Napoli è riuscito ad agire in particolar modo sulla testa dei propri giocatori. Come dichiarato da Insigne in una recente intervista al “Corriere della Sera”, l’ex centrocampista del Milan ha avuto il merito di motivare continuamente la squadra. Per questo, i prossimi avversari della Roma, nonostante una prima parte di stagione sottotono, hanno creduto alla qualificazione alla prossima Champions League praticamente fino allo scorso giovedì.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy