Roma, domani l’apertura del mercato: dal vice-Dzeko alle cessioni, ecco le mosse di Petrachi

Roma, domani l’apertura del mercato: dal vice-Dzeko alle cessioni, ecco le mosse di Petrachi

Il ds romanista è da tempo al lavoro per regalare almeno un rinforzo di livello a Fonseca

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Meno di 24 ore all’apertura ufficiale del mercato invernale 2020. Il primo colpo l’ha messo a segno il Milan, che ha riportato a casa Ibrahimovic, ma le altre non sono rimaste a guardare. La Juventus ha chiuso per Kulusevski, che resterà a Parma fino a fine stagione. La Roma è al lavoro per sfoltire la rosa e provare a portare a Trigoria almeno un rinforzo di livello.

In attesa della rivoluzione Friedkin, Petrachi continua il lavoro cominciato in estate per “alleggerire” la rosa. Il primo indiziato a lasciare il club a gennaio è Juan Jesus. Con Fonseca il brasiliano non ha mai trovato spazio ed è diventato la quinta opzione in difesa, superato anche da Cetin. Per lui si sono fatti avanti il Bologna, il Cagliari e la Fiorentina. L’ingaggio è un ostacolo importante. Javier Pastore, che sembrava aver ritrovato fiducia e importanza in squadra, è di nuovo sparito dai radar. Ufficialmente fuori dal 10 novembre per una botta all’anca, continua a lavorare a parte. Il suo destino è evidentemente lontano da Trigoria, ma dovrà arrivare l’offerta giusta. Il ritorno in Ligue 1 (piace al Lione) o in Argentina sono le due piste più accreditate per lui. A rischio anche la permanenza di Under, ma non in questa sessione. Più facile una partenza a giugno. Piace in Premier League e in Liga. Verso l’addio anche Antonucci.

Nella sua ultima intervista a La Gazzetta dello Sport, Fonseca non ha nascosto che gli piacerebbe avere un rinforzo in ogni reparto. “Arriveranno però solo giocatori in grado di migliorare la rosa”. Ecco perché l’avventura di Kalinic alla Roma si chiuderà in anticipo solo se Petrachi avrà in pugno un sostituto di livello. Scartata l’ipotesi Petagna, sono tornati d’attualità Kean e Mariano Diaz, con il secondo favorito. Le ultime suggestioni sono Piatek e Mertens, ma sembra discorsi da rimandare a giugno. Più facile arrivare a Politano, che non ha un grande feeling con Conte e gradirebbe il ritorno di fiamma. Per la mediana il “sogno” è Nandez, in rotta con il Cagliari, che firmerebbe di corsa con i giallorossi. In difesa occasioni Faraoni e Barisic. Il vero colpo però la Roma potrebbe averlo già in casa. Nelle ultime settimane le telefonate tra la capitale e Manchester sono aumentate. Il riscatto di Smalling è un obiettivo primario e dovrà arrivare entro marzo. La distanza non è ampia e continua il lavoro per trovare un accordo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy