Roma, Di Francesco conta gli uomini per il Barça: il problema è Nainggolan

Il tecnico sarà oggi se avrà a disposizione il Ninja, Under e Pellegrini

di Redazione, @forzaroma

C’era chi sperava che Bologna rappresentasse un comodo avvicinamento al Camp Nou: una avversaria senza troppe pretese per risparmiare qualche titolare e tenere Inter e Lazio a distanza. E invece al Dall’Ara la Roma ha perso punti e giocatori.
Soltanto venerdì, al Barça mancava Messi, la Roma sembrava potersi permettere il lusso di tenere Dzeko a riposo. Ventiquattro ore più tardi, come scrive Matteo Pinci su repubblica.it, la situazione è ribaltata, con Messi che ha guidato la rimonta blaugrana a Siviglia e la Roma al palo (quello di Strootman a Bologna, il sedicesimo della stagione romanista). Lo sa pure Di Francesco: “Giocare come abbiamo fatto sabato non basterà a Barcellona”.
Pensare che rischia di averne a disposizione addirittura una dimezzata. Radja Nainggolan saprà oggi se riuscirà a farsi riservare un posto sul volo per la Spagna. Cengiz Under dovrebbe farcela, ma chissà in che condizioni scenderà in campo al Camp Nou. Il paradosso della Roma pare quasi un contrappasso dantesco: dopo un anno a cercare di allargare la rosa e dare spazio a più calciatori possibili, arriva alla partita dell’anno, l’allenatore della Roma a Barcellona, potendo contare su un gruppo decisamente ristretto. Alisson, Florenzi e Kolarov, i due centrali, De Rossi e Strootman, Under e Perotti, oltre ovviamente a Dzeko: nessuno che possa sostituirli senza la garanzia di non farli rimpiangere. Pellegrini, forse l’unico cambio “utile”, a Bologna era out per un dolore al polpaccio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy