Roma da record con 44 punti nel girone d’andata. Garcia: “Dobbiamo continuare cosi”

di finconsadmin

(di Marco Cruciani) 4-0 e avanti il prossimo. Domenica 12 gennaio verrà ricordata come una delle domeniche più tranquille per i tifosi della Roma. Questa volta di fronte c’era il Genoa di Gasperini, si il Gasp che ha fine partita dirà: “La Roma è di un’altra categoria”. Novanta minuti senza storia.

 

Ad aprire le marcature è stato Florenzi che, considerato in un periodo di fase calante, ha pensato di fare il gol dell’anno per riprendere la luce dei riflettori. Poi Totti, uno che la luce dei riflettori ce l’ha puntata addosso anche quando dorme, fa 2-0 e sono duecentotrentuno gol in serie A. Quando Maicon al 42esimo minuto conclude un contropiede micidiale segnando il 3-0 l’attenzione si sposta a Cagliari per cercare di capire se questa domenica la Juventus lascerà qualche punto per strada. Ma niente da fare.

 

 

 

Secondo tempo che ha poco da dire. Se però da corner spiove una palla alta in area di rigore genoana, nel dubbio Benatia la mette dentro. 4-0 e titoli di coda. Perché mancava solo lui alla festa. Capocannoniere di questa Roma con cinque gol in campionato di cui tre siglati di testa, numeri da fuoriclasse. Ma in fondo Medhi ha dimostrato ampiamente di esserlo.

 

E’ stata la solita Roma senza sbavature a cui siamo abituati da inizio stagione (Torino a parte) senza pietà, senza cali di tensione. Senza contare che in campo c’era una novità assoluta nello scacchiere tattico di Rudi Garcia: Radja Nainggolan. Il Belga all’esordio in campionato in maglia giallorossa era l’uomo più atteso. Prestazione maiuscola la sua, non ce che dire. Mostruoso per come si è inserito in squadra, per la quantità industriale di palloni recuperati in mezzo al campo e per la qualità con cui ne ha giocati altrettanti. Insieme a Strootman (per cui sono finiti gli aggettivi), Pjanic e De Rossi va a completare un reparto clamoroso. anche a livello Europeo. A confermare il tutto ci ha pensato proprio il suo compagno di reparto Olandese, che al termine di Roma-Genoa ne ha parlato in questi termini:

 

“Io e Radja parliamo la stessa lingua, per questo ci siamo intesi subito. E’ un giocatore molto forte e, di conseguenza, è facile giocare con lui: per noi è e sarà un rinforzo importante”

 

 

Si chiude dunque il girone d’andata a 44 punti e si riapre già sabato prossimo con la speranza e la voglia di confermare quanto di buono fatto in questa prima parte di stagione. Un record vero e proprio. Mai in precedenza la formazione giallorossa aveva fatto così bene nel campionato a 20 squadre. Il top, fino a domenica scorsa, lo aveva raggiunto Spalletti nel 2006-2007 e 2007-2008 arrivando a quota 42.

 

 

RUDI GARCIA ALLA PREMIAZIONE PER IL PALLONE D’ORO – Presente a Zurigo alla premiazione per il pallone d’oro (vinto da Cristiano Ronaldo) Rudi Garcia è tornato a parlare della sua squadra.

“Per i miei giocatori c’è un pallone d’oro per ciascuno, data la grande stagione. Non dobbiamo mollare, siamo tutti concentrati per il Livorno. Scudetto? Dobbiamo fare il nostro, vincere e fare più punti possibili, poi vedremo cosa fanno la Juventus e gli altri: i bianconeri sono più forti, sono a 8 punti, ma rimangono molte partite. 44 punti nel girone d’andata è un record per la Roma- prosegue il tecnico – Vuol dire che abbiamo fatto bene e dobbiamo continuare così.

 

Nainggolan? L’ho detto ieri, sembra che abbia fatto anche la preparazione con noi. E’ un giocatore di grande livello, con molto talento. Per questo non sono sorpreso del suo inserimento nella squadra. Giochiamo palla a terra, con molto movimento e lui sa fare tutto, è molto tecnico, sa rubare palloni: veramente un buon acquisto per noi”

Quando gli domandano  se ci sono novità sulle condizioni di Balzaretti, alludendo anche al mercato, Garcia risponde cosi: “E’ vero che Federico ha iniziato molto bene la stagione, ora è infortunato anche se va molto meglio. Dobbiamo aspettare se tornerà velocemnente al 100%, questo è quello che ci aspettiamo. Se non sta bene, però, forse dobbiamo pensare a prendere un terzino sinistro. Dodò è molto bravo, ho totale fiducia in questo ragazzo che cresce enormemente ma se si infortunasse sarebbe molto più difficile per noi. Abbiamo l’obiettivo di raggiungere un posto in Coppa per l’anno prossimo e dovremo prevenire ma abbiamo ancora tre settimane.”

 

 

MERCATO – Un pranzo per il futuroSanabria e la Roma, c’è unità di intenti. Il calciatore del Barcellona oggi ha pranzato e parlato con la società giallorossa, ribadendo la volontà di giocare nella Roma.Sanabria ha una clausola rescissoria da 3 milioni di euro, corrispondente al suo status da ‘calciatore giovane’. La Roma è pronta a pagarla, pur non potendo tesserare il giocatore visto che non è in possesso del passaporto comunitario. Il problema nasce dalle diverse partite giocate da Sanabria col Barcellona B. I blaugrana, infatti, vorrebbero che fosse riconosciuto lo status da professionista che farebbe salire la clausola a 12 milioni di euro. Questo aspetto sta bloccando la trattativa tra Roma e Barcellona, coi giallorossi comunque convinti che sia inevitabile il riconoscimento dello status di calciatore giovane.

 

Da un giovane che arriva a uno che se ne va. Gianluca Caprari potrebbe tornare a vestire la maglia del Pescara. La volontà del ragazzo c’è, il Pescara ha già definito l’accordo con l’entourage del giocatore. Domani l’incontro tra i due club, il club abbruzzese vorrebbe la metà del cartellino, la Roma riflette. Attese novità. Tra Roma e Pescara non solo Caprari: si potrebbe riparlare anche di alcuni giocatori in comproprietà come Viviani e Piscitella. L’asse è caldo, direzione Adriatico.

 

Importante sfoltire la rosa. In settimana dovrebbe sbarcare a Roma l’agente di Marquinho, centrocampista brasiliano che i giallorossi hanno promesso al Genoa. Il suo agente sarebbe pronto ad arrivare nella capitale proprio per occuparsi di questa trattativa, la squadra di Gasperini è fortemente interessata al giocatore e sarebbe pronta ad aspettarlo fino all’ultimo giorno del mercato.

 

 

CALENDARIO SETTIMANALE DEGLI ALLENAMENTI – Lo staff tecnico dell’AS Roma ha reso noto il programma degli allenamenti che la Prima Squadra sosterrà presso il Centro Sportivo “Fulvio Bernardini”:

 

 

14 gennaio: allenamento ore 15:00

15 gennaio: allenamento ore 10:30 e 15:00

16 gennaio: allenamento ore 15:00

17 gennaio: allenamento ore 11:00

18 gennaio: Serie A, ROMA-Livorno ore 18:00

19 gennaio: allenamento ore 11:00

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy