Roma, con Cristante titolare il motore si inceppa: 47% di vittorie in meno

Roma, con Cristante titolare il motore si inceppa: 47% di vittorie in meno

Su 9 gare disputate con Bryan dal primo minuto solo 6 punti e 1 clean-sheet. Senza di lui nove successi in 13 partite

di Redazione, @forzaroma

Salvate il soldato Bryan. Sembra il sequel del celebre film di Steven Spielberg ma le prestazioni di Cristante mettono tanta suspense quanto i kolossal dello statunitense in cabina di regia. E pensare che il rapporto tra Cristante e Fonseca era nato sotto una buona stella, anche a seguito delle dichiarazioni dell’allenatore a inizio stagione e del gol contro il Sassuolo nella gara d’andata: “È uno dei giocatori più importanti per il nostro equilibrio”. Ad oggi il numero 4 giallorosso però sembra più un funambolo amatoriale: l’asta che tiene in mano è una Roma spaesata che, di conseguenza, fa cadere anche chi la stringe. Colpa dell’infortunio all’adduttore che lo ha tenuto lontano dal campo per due mesi o delle buone prestazioni del collega Amadou Diawara?

I NUMERI – Cristante fatica a tornare decisivo sul rettangolo di gioco e la Roma, con lui titolare in campionato, rallenta: in 9 partite in cui il centrocampista è sceso in campo dal primo minuto, i giallorossi sono riusciti a strappare la vittoria in due sole occasioni (contro Sassuolo e Bologna) con una media del 22%, mantenendo la porta di Pau Lopez inviolata una sola volta (nel pareggio di ottobre contro la Samp, quando comunque è uscito dopo pochi minuti per infortunio). Le statistiche sorridono invece se si prendono in considerazione i match dei giallorossi senza Cristante attivo per tutti e novanta i minuti: su 13 gare disputate con Diawara (o Mancini in regia), i giallorossi sono riusciti ad ottenere 9 vittorie (contro Lecce, Milan, Udinese, Napoli, Brescia, Verona, Spal, Fiorentina e Genoa) con una media del 69%. Di conseguenza aumentano anche i cleansheet registrati, 4 in totale per una media del 31%. Nonostante ci sia una differenza migliore nel rendimento della squadra senza gli sforzi di Cristante in campo dal primo minuto, Fonseca lo ha voluto difendere facendo un “mea culpa” generale: “Cristante è stato infortunato per molto tempo e noi abbiamo bisogno di lui perché non abbiamo Diawara. Non è una questione fisica. La squadra che gioca così nel primo tempo e poi nel secondo ha avuto una buona reazione creando molte situazioni. Questo è chiaro, non è una questione fisica”. 

Saverio Grasselli

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy