Roma-Chievo 1-0: Mago Borriello e 30 e lode! (FOTO-VIDEO)

di finconsadmin

Il Chievo prova a fare lo scherzetto, ma ci pensa Mago Borriello a portare il dolcetto ai tifosi della Roma. Dieci su dieci e sempre più capolista. Meglio di così…

 

 

 

GUARDA LE FOTO DELLA PARTITA

 

 

PRIMO TEMPO

Sotto le luci di un Olimpico magico, nella notte dell’ultimo giorno di ottobre si consuma l’ultimo atto della decima giornata di campionato. La Roma padrona di casa e della classifica ospita il fanalino di coda di quest’ultima, il Chievo Verona. Garcia propone una Roma inedita, mai schierata così da principio. Il tecnico francese concede riposo a Balzaretti e Florenzi; al loro posto Dodò e Marquinho. Torna Torosidis sulla corsia di destra, vista l’assenza di Maicon, ed in attacco ancora Borriello, Ljajic e, come detto, Marquinho. Il centrocampo, neanche a dirlo, è proprietà dei tre titolarissimi De Rossi, Pjanic e Strootman. Al 2′ subito cross dalla sinistra di Dodò, la palla arriva dall’altro lato del campo dove c’è Torosidis. Il greco da destra ripropone il cross e l’uscita maldestra di Puggioni favorisce l’intervento un po scomposto e in contro tempo di Borriello, ma una deviazione fa ripartire l’azione da calcio d’angolo. Al 10′ Marquinho ci prova e libera il sinistro da posizione centrale. Il pallone supera non di molto l’incrocio dei pali. Garcia applaude al tentativo. E con lui tutto l’Olimpico, riempito perchè questa è una grande occasione. Quando la Roma con qualità e quantità avanza mette in grande difficoltà la retroguardia gialloblù. Il Chievo comunque non rinuncia a proporsi nella metà campo della Roma, con azioni elementari, passaggi poco elaborati e a cercare Paloschi o Pellissier, più in ombra del primo. Dramè ingaggia duelli di potenza con Torosidis e Rigoni trova con un rasoterra Paloschi nell’area di rigore giallorossa all’altezza del dischetto ma l’attaccante clivense non riesce a calciare perchè anticipato da Benatia che nel tentativo di spazzare il pallone trova lo stesso Paloschi ed il rimpallo lascia terminare la sfera sul fondo.
Al 16′ prima ammonizione del match. Sardo rimedia il giallo per un pericoloso intervento su Dodò: l’avversario colpisce con i tacchetti la testa del terzino brasiliano che per qualche momento resta a terra dolorante. La gara prosegue con la squadra di casa che chiama a gran voce il gol del vantaggio, con le ottime discese di Torosidis che propone cross ed inventa conclusioni, con conclusioni dalla distanza di Strootman e di Marquinho. Al 25′ giallo per Castan. Il brasiliano, diffidato, salterà la prossima partita contro il Torino. Alla mezz’ora della prima frazione si nota la fuorviante, per gli avversari, intercambiabilità degli attaccanti esterni della Roma. Ora è Ljajic sulla destra e si propone sia in occasione di uno schema su calcio di punizione battuto da Pjanic, sia in velocità tentando un cross, che per la violenza colpisce Clayton in pieno volto e lo stende, a cercare Borriello. E’ il 37′ e si rivede Marquinho sull’out di destra a supporto di Torosidis. Al 39′ altro cartellino giallo sponda Chievo. Peruzzo ammonisce Dainelli per fallo su Marquinho. Ancora un inciso sui movimenti del brasiliano: quando parte palla al piede da destra, si accentra ed appoggia indietro il pallone, continua poi la sua transizione verso il lato opposto del campo dove si vede restituita la palla per dettare un passaggio in profondità, proporre un cross o liberare il suo piede, il sinistro. Dopo due minuti di recupero concessi dal direttore di gara le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

 

 

SECONDO TEMPO

 La partita riprende senza alcun cambio effettuato dai due tecnici. Al 4′ eccesso di altruismo di Marquinho che riceve il pallone e la appoggia delicatamente a Borriello, alla sua destra. L’inserimento di un avversario però vanifica questa azione. Subito dopo, in occasione di una ripartenza del Chievo, viene ammonito Pjanic. Le azioni migliori della Roma provengono più dalla corsia di destra che da quella di sinistra a causa di qualche imprecisione di troppo da parte di Dodò che sembra aver perso la precisione, la lucidità e la velocità del primo tempo. Al 13′ primo cambio della partita: lascia il campo Marquinho ed entra Florenzi. Tre minuti dopo anche Sannino effettua un cambio. Papp rileva Claiton. In attacco è da notare la prestazione di Borriello che garantisce profondità ma anche quantità e copertura in fase di possesso. A venti minuti dall’inizio della ripresa è il turno di Balzaretti che prende il posto di uno stanco Dodò. Al 20′ altro cambio per il Chievo con l’entrata di Estigarribia e la lenta uscita dal terreno di gioco di Dramè. Al 22′ arriva il vantaggio della Roma. Dal limite dell’area di rigore Ljajic consegna il pallone a Florenzi che si inserisce e da posizione defilata con una gran giocata lascia sul posto un avversario e può crossare. Marco Borriello di testa colpisce e manda la palla in rete. Gol meritato e che ripaga l’attaccante giallorosso di tutto il lavoro, durante la settimana a Trigoria e in partita, in qualsiasi momento venga chiamato sul rettangolo verde. Inevitabile però è anche un altro grande plauso allo stratega Garcia.
Al 28′ De Sanctis non blocca una conclusione rasoterra sulla quale allora si avventa Paloschi, che però non riesce a colpire grazie all’intervento di Benatia. I gialloblù chiedono il rigore senza accorgersi che il primo assistente del direttore di gara aveva bloccato il gioco per fuorigioco di Paloschi. Manca un quarto d’ora al termine e Dainelli blocca la corsa di Borriello. Un’ostruzione non segnalata da Peruzzo ed il Chievo continua l’azione nonostante Borriello fosse rimasto a terra per la botta ricevuta. Dopo le ripetute richieste da parte della Roma di bloccare il gioco è finalmente l’arbitro a fischiare per sincerarsi delle condizioni di Borriello. Alla fine Peruzzo ammonisce Ljajic ed Hetemaj protagonisti di una discussione. Sannino corre ai ripari con l’ingresso in campo di Acosty per Bentivoglio. Il Chievo però è nervoso e in successione vengono ammoniti Pellissier e poi Rigoni per intervento falloso su Florenzi. La Roma invece ha ancora fame e vuole consolidare questo vantaggio ed al 35′ è Borriello ad andare vicino al raddoppio ancora servito ottimamente da Florenzi. Spazio anche per l’eroe di Udine Bradley che sostituisce Pjanic. L’Olimpico applaude colui che entra e colui che esce. I giallorossi a trazione anteriore guadagnano grazie a Ljajic un calcio di punizione vicino al limite sinistro dell’area di rigore avversaria. A batterlo è lo stesso Ljajic che calcia direttamente in porta. Un tiro forte, preciso ma centrale e Puggioni coi pugni prolunga oltre la traversa. Al 49′ la gara termina e la Roma con il secondo 1-0 di stagione consolida il primato ed entra ancora di più nella Storia.

Guendalina Galdi

 

 

 

 

 

IL TOP E IL FLOP
Il Top di questa sofferta vittoria romanista è Borriello. Il centravanti napoletano è da sempre bello e stasera balla pure. Gol vittoria e tanto sacrificio per una Roma che arriva a dieci vittorie consecutive, batte un altro record e va a gonfie vele a favore di tutti i Santi. Auguri alla Magica Il Flop di questa gagliarda serata giallorossa è Dodò. Gioca come a Copacabana ma non siamo al mare. Troppi tocchi che impreziosiscono il beach volley in spiaggia, ma qui siamo all’Olimpico e ci si gioca tanto, forse troppo per il riccioluto difensore brasiliano. Fuori luogo
Alessio De ilvestro

 

 

DIRETTA

 

SECONDO TEMPO 

 

83′ Ci prova Ljajic dalla destra dell’area Puggioli devia in angolo
81′ Per la Roma fuori Pjanic dentro Bradley
76′ Ammonito Pellisier
75′ Amoniti Ljajic e Hetemaj per proteste
68′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOL ROMA! Cross al centro di Florenzi, Borriello di testa insacca la sfera

66′ Per il Chievo fuori Dramè dentro Estigarribia
65′ Per la Roma fuori Dodò dentro Balzaretti
63′ Per il Chievo fuori Claiton dentro Papp
58′ Per la Roma fuori Marquinho dentro Florenzi
50′ Ammonito Pjanic
8′ Azione solitaria di Ljajic che si invola verso la porta, ma guadagna solo un calcio d’angolo
45′ Partiti

 

PRIMO TEMPO 

 

47′ fine primo tempo
41′ Punizione di Pjanic che colpisce la barriera, Hetemaj resta a terra
39′ Ammonito Dainelli
27′ Ammonito Castan, era diffidato salterà Torino-Roma
24′ Strootman prova il tiro dalla distanza, Puggioni respinge centralmente
21′ Cross basso al centro di Torosidis, nessuno impatta la palla e Puggioni blocca
17′ Brutto fallo a gamba testa di Sardo su Dodò. Ammonito il centrocampista del Chievo
11′ Ci prova Marquinho dal limite, palla alta sopra la traversa
7′ Marquinho prova il tiro da posizione defilata, palla tra le braccia di Puggioni
4′ Cross al centro di Pjanic dopo un batti e ribatti, la difesa del Chievo si salva in angolo
1′ Partiti

 

 

 

TABELLINO

Roma-Chievo 1-0

 

Roma: De Sanctis; Torosidis, Benatia, Castan, Dodò (65′ Balzaretti); Pjanic (81′ Bradley), De Rossi, Strootman; Marquinho (58′ Marquinho), Borriello, Ljajic.
A disp.: Lobont, Skorupski, Burdisso, Romagnoli, Jedvaj, Balzaretti, Florenzi, Bradley, Taddei, Ricci, Caprari, Di Mariano.
All. Garcia

 

Chievo: Puggioni; Dainelli, Claiton (63′ Papp), Frey; Sardo, Bentivoglio (78′ Acosty), Rigoni, Hetemaj, Dramé (66′ Estigarribia); Paloschi; Paloschi.
A disp: Silvestri, Squizzi, Bernardini, Pamic, Improta, Sestu, Estigarribia, Radovanovic, Papp,Ardemagni, Kupisz, Acosty

All.: Sannino.

 

Arbitro: Peruzzo di Schio. Assistenti: Longo e Preti. IV uomo: Stallone. Assistenti: Massa e Nasca.

 

Marcatori: 68′ Borriello

 

Note Ammoniti: 17′ Sardo, 24′ Castan, 39′ Dainelli, 50′ Pjanic, 75′ Ljajic, 75′ Hetemaj, 78′ Pellisier, 79′ Rigoni Spettatori 44.156

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy