Roma-Chelsea, previsti 1750 tifosi ospiti. Quaranta i più pericolosi

La Questura di Roma in una nota: “A questi supporters a rischio se ne aggiungono altri cento che fornirebbero supporto in caso di incidenti”

di Redazione, @forzaroma

La Questura di Roma, all’interno di una nota, ha pubblicato le indicazioni sulla sfida tra Roma e Chelsea, in programma martedì sera allo stadio Olimpico: “Si è tenuto il tavolo tecnico, presieduto dal Questore Guido Marino, durante il quale è stata illustrata la pianificazione dei servizi di ordine pubblico. All’ordine del giorno, l’incontro di calcio Roma-Chelsea, ma anche il match di giovedì tra Lazio e Nizza e la visita del Papa, ad Anzio, di dopodomani. Presenti per la gara tra Roma e Chelsea, rappresentanti dell’ambasciata inglese e 3 esponenti della ‘Metropolitan Police’ del Regno Unito, che collabora con la polizia italiana.
Nella prima fase della riunione, insieme alla polizia inglese è stata affrontata l’analisi del rischio della gara, mediante l’incrocio delle informazioni delle due polizie, in cui sono emersi i seguenti elementi sensibili: sono 1.750 i biglietti venduti dal Chelsea e i tagliandi saranno distribuiti dai responsabili della biglietteria della squadra ospite, presso l’Hotel Palatino. Sono apparentemente 40 i supporters inglesi a rischio, ai quali si aggiungono altri 100/150 tifosi che potrebbero fornire un supporto in caso di incidenti; i restanti tifosi, circa 1.500, non sono considerati pericolosi, e vengono definiti rispettosi delle normative del paese che li ospita. La maggior parte degli inglesi arriveranno nella giornata di domani, ma alcuni di loro sono già a Roma, e altri arriveranno nel pomeriggio di oggi”.

La Questura continua: “Vengono segnalati dalle autorità inglesi possibili eccessi nel consumo di alcol, che potrebbero causare momenti di tensione. Secondo la polizia inglese esistono buoni rapporti tra i tifosi del Chelsea e quelli della Lazio, con conseguente rivalità con i tifosi romanisti; 39 i tifosi del Chelsea sottoposti al Daspo, e che quindi non possono assistere alla partita, ma che comunque non sono segnalati in Italia. Il piano di sicurezza, varato dal Questore di Roma, è stato quindi approntato alla luce di queste informazioni, e prevede controlli presso gli aeroporti, le stazioni ferroviarie e nei tradizionali luoghi di ritrovo, nelle aree del centro storico della capitale.
Per la giornata di domani è previsto il presidio e controllo del territorio nell’area del centro nelle prime ore del mattino per poi spostarsi con servizi di intensità crescente nell’area dello stadio, per la gestione dell’afflusso e del deflusso dei tifosi. Una particolare attenzione è stata richiesta alla Polizia di Roma Capitale nella gestione dei contatti con i locali pubblici, per evitare la somministrazione di alcolici a persone già in stato di ebbrezza. Gli stessi servizi, a carattere preventivo, terranno conto anche delle esigenze dell’antiterrorismo, e pertanto saranno particolarmente rigorosi, seppur in assenza di un quadro di intelligence allarmante”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy