“Roma Caput…Derby”, Alicicco: “Totti andrebbe clonato. Come Zeman ce ne vorrebbero tanti” (FOTO)

di Redazione, @forzaroma

(dall’inviato di ForzaRoma.info) E’ in corso di svolgimento la presentazione del libro edito da Edizioni Puky “ROMA CAPUT… DERBY!!! presso la sala convegni della Totti Soccer School – centro sportivo “Longarina” – che si trova in via di Castel Fusano 79, Roma.

Sono presenti, oltre all’autore Diego Angelino e Giuseppe Carlo (coautore del libro e responsabile della casa editrice) , l’avvocato Conte, il dottor Alicicco e Riccardo Viola.

 

Queste le parole di Alicicco:

Il derby che ricorda con più amore?
“Tutti,ma uno in particolare. Avevamo Zeman come avversario, però guarda caso i mass media fecero di tutto per dire che fosse una partita persa in partenza. Non avevamo scampo dovevamo perdere, c’era Mazzone come allenatore, finì 3-0 con Carlo sotto la curva”.

In questo libro c’è una prefazione di Totti, un aneddoto su questo calciatore?
“Francesco dovrebbe essere clonato. Un atleta e una persona seria, basta vedere quello che fa a 36 anni. Tutti i professionisti dovrebbero essere come Totti, ma non ce ne sono”.

A livello medico è un po’ una macchina immortale, a 36 anni prende in mano questa squadra
“Lui è un professionista serio. Non guarda l’età finche si diverte e fino a quando non gli pesa lo farà sempre”.

Come vede la squadra con Zeman soprattutto a livello atletico?
Il mio pensiero è che la parte atletica è determinante per fare un buon lavoro. Infortuni ce ne sono stati come normalmente accade, forse un po’ di prevenzione non farebbe male. Come Zeman ce ne vorrebbero tanti, non solo come allenatore e tatticamente, ma anche come mentalità e onestà professionale”.

 

Interviene anche Riccardo Viola, direttore dalla rivista La Roma: “Qualsiasi libro che viene fatto sulla Roma è legato alla nostra passione e questo ci differenzia dagli altri. Una cosa brutta dei derby erano i cori contro Paparelli in cui noi abbassavamo la testa. Come società siamo cresciuti quando la Lazio è andata in B perchè il nostro pensiero era sempre legato al derby. Invece con i biancocelesti in serie B abbiamo iniziato la sfida con la Juve dove  gli abbiamo rotto parecchio le scatole; dovevamo vincere qualche scudetto in più ma si sa le cose come sono andate”

 

Queste le parole di Diego Angelino, autore del libro, a “Te la do io Tokyo” su Centro Suono Sport: “Un’emozione particolare poi i complimenti fatti dal vivo sono stati inaspettati. È stata una bella mattinata”.  

 

Parola infine all’avvocato Conte: “Il derby non lo considero neanche una partita. Questo libro è davvero divertente, lo dovrebbero avere tutti i tifosi della Roma. Sono molto orgoglioso di aver partecipato a questo libro. Il rosso ad Osvaldo? Sulla giustizia sportiva il referto dell’arbitro è Bibbia. E’ un momento di soddisfazione per la Roma e questa squadra ha tutti i presupposti per farci divertire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy