Roma-Cagliari, caos al fischio finale: espulsi Fonseca e Romano. Olimpico furioso

Roma-Cagliari, caos al fischio finale: espulsi Fonseca e Romano. Olimpico furioso

L’arbitro Massa estrae il cartellino rosso all’indirizzo del tecnico portoghese e del preparatore atletico, su tutte le furie dopo il gol annullato a Kalinic nel finale

di Redazione, @forzaroma

Si conclude nel caos il match tra Roma e Cagliari. Con il minuto 101 in corso, l’arbitro Massa fischia la fine della partita che termina 1-1. Tantissime le proteste dei giocatori giallorossi e della panchina a causa del gol annullato a Kalinic nel recupero per un fallo su Pisacane. Furioso Paulo Fonseca, che viene addirittura espulso dal direttore di gara (da quest’anno anche i componenti della panchina possono ricevere un cartellino rosso o giallo). Non solo il tecnico portoghese, anche Nuno Romano, preparatore atletico dello staff di Fonseca, si vede sventolare il cartellino rosso. Per la precisione si tratta di un doppio giallo: Fonseca va verso il direttore di gara per protestare e arriva l’ammonizione. Il portoghese, però, continua e alza i toni andando faccia a faccia con Massa, che quindi estrae il secondo cartellino. Poi è il turno di Nuno Romano: il preparatore applaude in maniera veemente l’arbitro, che lo espelle in maniera diretta. Le proteste giallorosse sono molto animate, lo Stadio Olimpico è a dir poco furioso e solleva cori nei confronti dell’arbitro Massa. Poi dalle tribune si alza anche il coro agli indirizzi del Cagliari: “Giocherete in Serie B”. Un finale di caos che lascerà di certo molti strascichi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy