Roma-Bologna, il web rossoblù: “Gara senza storia. Destro? Buono per la nazionale cantanti”

I tifosi emiliani scendono all’Olimpico con poche speranze e una convinzione assoluta: “Limitiamo i danni, la partita che dobbiamo vincere è quella contro il Crotone”

di Mirko Porcari, @MirkoPorcari

Pochi giorni per guardare da vicino la doppia faccia della Capitale. Prima la Lazio, adesso la Roma, per il web del Bologna è tempo di stringere i denti, in attesa di tempi migliori: “Dobbiamo contenere i danni, tipo infortuni e squalifiche. La partita da vincere è contro il Crotone”.

Un lungo respiro prima di scendere in campo all’Olimpico, la visione della sosta è troppo lontana per non concentrarsi sulla sfida ai giallorossi: “Speriamo che Gonzalez possa annullare Dzeko”. Il bosniaco è il pericolo numero uno, forza fisica e tanto impegno sono le armi da mostrare per difendere la speranza di qualche punto: “La Roma è una squadra profondamente diversa dalla Lazio. Contro Di Francesco si potrebbe puntare sulle ripartenze per mettere in difficoltà la lentezza della loro retroguardia”. Analisi che passano per un cambio di modulo (“Con un 3-5-2 ben organizzato, Donadoni riuscirebbe a fare meglio”) e per considerazioni sulla valenza di avversari più o meno recenti: “È una gara senza storia. Anche se credo che Lazio e Atalanta siano nettamente superiori alla Roma”.

Nell’incertezza generale, uno dei pochi punti fermi è il giudizio unanime su Mattia Destro: “È inguardabile“. La semplicità in un solo aggettivo, tanto basta per caratterizzare un calciatore che anche in Emilia ha continuato a deludere: “Giusto il primo anno con Zeman alla Roma ha fatto qualcosa. Adesso è svogliato, sembra uno zombie. Anche squadre meno attrezzate di noi hanno dei giocatori che compaiono nella classifica marcatori. Mi fa quasi tenerezza“. L’attacco stenta, tra chi mostra numeri implacabili (“Siamo negli ultimi posti per tiri fatti”), si propone la soluzione migliore per tentare di scuotere l’apatia stagionale: “Peccato per l’assenza di Palacio, contro la difesa romanista darei fiducia a Petkovic, mille volte meglio di Destro. L’ex romanista sembra un attaccante della nazionale cantanti”. Tanto meglio da azzardare pronostici contro ogni previsione: “Se gioca il croato vinciamo due a zero grazie a un paio di ripartenze da manuale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy