Roma-Benevento, De Rossi e Schick recuperati per la panchina. Di Francesco: “Sblocchiamoci e andiamo in Champions”

Il tecnico giallorosso: “Abbiamo bisogno dei gol di Dzeko. Caso Peres? Non accadano più episodi simili”. Convocati anche tre giovani della Primavera. De Zerbi: “All’Olimpico con umiltà e consapevolezza”

di Francesco Iucca, @francescoiucca

Domani sera all’Olimpico la Roma può mettere un mattoncino importante nel percorso che dovrà portarla fuori dal tunnel. Nel posticipo della quinta giornata di ritorno all’Olimpico arriva il Benevento di Roberto De Zerbi, fanalino di coda del campionato. Due squadre alla ricerca di punti, anche se per obiettivi ovviamente opposti.

TRIGORIA – Come di consueto Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa per raccontare il match alla vigilia: “Dobbiamo continuare a cercare l’equilibrio di squadra e ritrovare la cattiveria in zona gol. C’è bisogno che i ragazzi si sblocchino a livello psicologico, soprattutto Dzeko, anche con un gol fortunoso”. Sulle scelte di formazione: “Domani giocherà Gerson, sono contento della sua crescita ma non deve fermarsi. Firenze non è stato un fuoco di paglia. In posizione di trequartista giocherà uno tra Perotti e Defrel. Sugli obiettivi: “Sicuramente puntiamo alla Champions League, è alla nostra portata. Poi abbiamo anche un ottavo di finale importante e non lo vogliamo dimenticare”. Infine sulla questione Peres: “Abbiamo gestito la situazione come abbiamo gestito quella di Nainggolan. Bisogna avere un’unica direzione, per dare una mentalità ci vuole tempo e per farlo occorre passare anche per questi errori, comunque inammissibili. Poi sta all’intelligenza e alla professionalità dei calciatori, ma mi auguro sia l’ultimo episodio”. Dal campo e dalla rifinitura arrivano buone notizie per quanto riguarda Daniele De Rossi e Patrik Schick: entrambi hanno infatti partecipato interamente all’allenamento insieme al gruppo e sono stati così convocati, anche se come ha rivelato Di Francesco non dovrebbero partire dall’inizio. Nell’elenco dei giocatori chiamati dal tecnico giallorosso sono presenti anche tre giovani talenti come Marcucci, Bouah e Riccardi.

BENEVENTO – Davanti alle Streghe c’è una vera e propria montagna da scalare e il tecnico dei campani De Zerbi ne è consapevole: “Affronteremo la Roma con umiltà, cercando di difenderci in maniera organizzata per fare qualcosa in più del possibile. Abbiamo un disperato bisogno di punti, ma dobbiamo prendere atto che non siamo in grado di comandare la partita e magari non saremo mai nella loro metà campo. Non ci sarà Cataldi, ma spero di recuperare Djimsiti”. L’ex allenatore di Palermo e Foggia potrebbe però sganciare a partita in corso un uomo di grande esperienza come Bacary Sagna, che fa parte della lista dei convocati. Qualla di domani sera sarà una partita davvero emozionante per Marco D’Alessandro, che alla Roma è cresciuto: “Perché non sono rimasto alla Roma? Non me lo sono mai chiesto. Se non ho avuto la possibilità di restare nella capitale la colpa è solo mia, è giusto che la società faccia le proprie scelte. Potevo forse fare di più per avere una chance, ma sono contento della mia carriera”. Poi su Totti: “È stato un qualcosa di incredibile per Roma e la Roma. Ricordo la partita di andata, vederlo in veste di dirigente fa sempre strano. Ha una personalità forte e solo vedendolo capisci che è un personaggio unico che ha un qualcosa di speciale”.

LE ALTRE NEWS – Nel frattempo la Primavera giallorossa continua nella sua risalita verso la vetta della classifica. La squadra sta benissimo, le vittorie e le prestazioni aiutano a crescere. Stiamo vivendo una crescita costante che ci fa ben sperare per il futuro. Col Bologna gara difficilissima”, le parole del tecnico Alberto De Rossi. Sul fronte mercato il presidente del Cagliari Giulini avverte le pretendenti per Barella: “Se è da considerare già un giocatore della Juventus? No, è un giocatore del Cagliari anche per la prossima stagione e sinceramente non credo che andrà alla Juventus, anche se dovesse cambiare squadra”. Infine l’ex allenatore della Roma Luciano Spalletti chiarisce le parole trapelate sui giornali a proposito di una chiacchierata con alcuni tifosi giallorossi: “Hanno provato a fare lo scoop per mettersi al livello delle grandi penne. Un articolo dove troppe cose, quasi tutte, non vanno bene. Anche il fatto che la Roma mi avesse già detto che vendevano i migliori e qui non si può spendere. Allo stesso modo qui ho detto che bisogna stare in certi parametri, che non è incolpare il presidente, è riconoscere che ci sono dei paletti entro i quali bisogna stare”. Intanto in Serie A si va verso la rivoluzione del palinsesto e degli orari delle partite. Capitolo mercato, il Bayern Monaco è interessato ad Alisson. La concorrenza (Liverpool, Psg e Real Madrid) è agguerrita e la Roma, se vorrà trattenere il brasiliano nella capitale, dovrà faticare molto.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy