Roma, approvata la semestrale: +8,6% grazie alla Champions

Ieri il Cda romanista ha approvato il bilancio semestrale: 11,9 milioni in più rispetto al 31 dicembre 2013. Nonostante si sia ancora in perdita, continua il trend positivo

di Redazione, @forzaroma

La Roma ha approvato oggi la semestrale di bilancio, ovvero i risultati dei primi 6 mesi dell’esercizio relativi al 2014/15. E le notizie, in casa giallorossa, sono positive: il club ha chiuso il periodo con un +8,6%. Non solo: rispetto a un anno fa, il risultato economico è migliorato di quasi 12 milioni (11,9 per l’esattezza).

 

Risultato positivo grazie alla Champions: dall’Europa 49 milioni

La semestrale si è chiusa con un miglioramento di 11,9 milioni di euro rispetto al risultato conseguito al 31 dicembre 2013 (che era stato negativo per 3,3 milioni di euro). La variazione positiva, come spiega la società, “è dovuta in particolare alla partecipazione alla Champions League, che ha generato proventi per complessivi 49,2 milioni di euro” (107 in tutto), tra gettone di partecipazione, bonus legati ai risultati e market pool, ai quali vanno aggiunti i proventi da biglietteria delle tre gare casalinghe disputate. Tali proventi hanno permesso di conseguire, senza tenere conto del risultato della gestione calciatori, un Ebitda positivo per 15,5 milioni di euro (negativo per 16 milioni di euro al 31 dicembre 2013).

 

Plusvalenze in calo: 25,1 milioni nel 2014 contro i 49,8 milioni del 2013

Il risultato della gestione calciatori al 31 dicembre 2014 è positivo per 18,3 milioni di euro, rispetto a 34,1 milioni di euro registrato al 31 dicembre 2013, e include plusvalenze conseguite nell’ambito dei contratti di cessione di diritti pluriennali (calciatori) per 25,1 milioni di euro (rispetto a 49,8 milioni di euro contabilizzate nel 2013).

 

Saldo negativo del mercato e ammortamento in aumento

Nel corso dell’ultima sessione di mercato estiva la Roma ha speso 48,9 milioni di euro e incassato 12,3 milioni di euro: cifre che come fa notare la società “hanno determinato un saldo netto negativo sui crediti e debiti verso società di calcio per 3,7 milioni di euro, di cui 3,1 milioni di euro relativi all’esercizio 2014/2015?. Il costo degli ammortamenti dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori è pari a 17,4 milioni di euro (15,9 milioni di euro, al 31 dicembre 2013).

 

Patrimonio netto consolidato in miglioramento per l’aumento di capitale

Il Patrimonio netto consolidato al 31 dicembre 2014 è negativo per 52,9 milioni di euro, in miglioramento di 28,5 milioni di euro, per gli effetti del nuovo aumento di capitale effettuato nel mese di luglio 2014 (oltre che del risultato economico del semestre), che ha comportato il versamento da parte di azionisti di minoranza, al netto dei costi sostenuti dalla Società, di 20 milioni di euro.

 

Migliora anche la posizione finanziaria netta

La Posizione finanziaria netta consolidata al 31 dicembre 2014, negativa per 100,1 milioni di euro, registra un miglioramento di 32 milioni di euro rispetto al 30 giugno 2014: nel dettaglio, si tratta di disponibilità liquide,per 4,9 milioni di euro (4,9 milioni di euro, al 30 giugno 2014), crediti finanziari a medio e lungo termine, per 12 milioni di euro, e indebitamento finanziario, per 117 milioni di euro (136,9 milioni di euro, al 30 giugno 2014).

 

Il club confida in un trend positivo costante

Il risultato dell’esercizio, pur continuando ad essere previsto in perdita, dovrebbe secondo il club “confermare il trend migliorativo degli ultimi due anni, con un sostanziale miglioramento rispetto a quanto registrato al 30 giugno 2014?. Non solo: ad influire positivamente saranno anche gli “esiti delle operazioni della sessione di mercato di giugno 2015 e i risultati sportivi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy