Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Roma, addio Fienga: Berardi nuovo CEO. Friedkin: “Acceleriamo la crescita”

Getty Images

Cambio di mano al vertice del club. Zakaria nome forte per gennaio. Zaniolo continua a lavorare a parte a Trigoria

Valerio Salviani

La Roma e Guido Fienga si dicono ufficialmente addio dopo otto anni. L'ultimo anello di congiunzione tra la dirigenza Pallotta e quella Friedkin lascia la poltrona di CEO. L'annuncio è arrivato con un comunicato ufficiale del club. Già noto il nome del sostituto. È l'ex manager Pirelli Pietro Berardi. Un evento importante nelle gerarchie del club, commentato dai proprietari texani: "Siamo fiduciosi che, con la sua visione globale, il suo dinamismo e le sue doti di leadership, porterà avanti il percorso di costruzione di una forte cultura della responsabilità all’interno della Società, criterio per noi fondamentale in ogni organizzazione di successo. Questo è un Club che richiede gli standard più elevati e ora abbiamo un compito di fronte a noi: accelerare la crescita del brand e del business in tutti gli aspetti, al fine di supportare al meglio ogni necessità legata al campo di gioco”. Felice il nuovo manager: "Voglio ringraziare la famiglia Friedkin per avermi affidato la responsabilità di dare seguito a tutte le ambizioni che hanno in mente per questa fantastica Società".

Guido Fienga dice addio con una buonuscita da un milione e mezzo, ma resterà legato al club come consulente esterno: "Sono onorato di rimanere a disposizione come Advisor della Società - le parole dell'ormai ex CEO -. Essendo giunto al termine del mio lavoro, voglio in particolar modo ringraziare tutti gli azionisti che mi hanno sempre accordato la loro fiducia, i colleghi e collaboratori della Roma che mi hanno sostenuto in tutte le sfide intraprese, i calciatori e allenatori, che mi hanno fatto capire il calcio, i molti giornalisti di quotidiani, radio e tv con i quali ci siamo sempre confrontati con rispetto, ed infine tutti i tifosi della Roma, a partire dai ragazzi della Curva Sud per avermi insegnato che la Roma non è solo un'azienda ed è molto più di una squadra di calcio".

Zaniolo lavora a parte. Zakaria primo nome per gennaio

Sul campo continua il lavoro di Mourinho, che sfrutta la sosta per limare il problemi della squadra. Lo Special One non ha a disposizione Zaniolo, che ha continuato con il lavoro a parte a causa del fastidio al flessore, ma conta di recuperarlo entro la fine della settimana. Out anche Smalling, che ha svolto solo terapie per recuperare dalla lesione alla coscia destra. Questa mattina a Trigoria anche un'esercitazione sulle tecniche di primo soccorso. "Un privilegio" ha commentato Mou.

Tiago Pinto è già al lavoro per il mercato di gennaio. Il nome forte è sempre quello di Denis ZakariaIl gm punta a scucire subito il sì del giocatore, per avere più potere di manovra nella trattativa con il Borussia Moenchengladbach. In uscita Borja Mayoral, che può sostituire Vlahovic alla Fiorentina. Calafiori ha parlato della Roma dal ritiro della Nazionale Under 21: "A 19 anni avere uno come Mourinho è un bel traguardo, e ti sprona sicuramente a fare sempre meglio. Su questo lui è uno dei migliori, a livello psicologico sa sempre la parola giusta da usare quando ti deve fare i complimenti". Domani l'ufficialità dell'aumento della capienza negli stadi, che verrà portata al 75%. L'Olimpico salirà a oltre 40mila spettatori.