Rivincita giallorossa in Coppa Italia. Burdisso passa al Genoa, Pjanic blindato

di finconsadmin

(di Marco Cantagalli)   Roma-Juventus, secondo capitolo. Il 5 gennaio sembra lontano, eppure la disfatta di Torino è storia recente. Storia da aggiornare, da ieri sera.

La Roma vince la sua rivincita, e meritatamente conquista la semifinale di Coppa Italia.

Partita, quella contro i bianconeri, senza storia. Appunto.

Partita decisa nei minuti finali, quando sembravano quasi scontati i tempi supplementari, da una rete di Gervinho.

L’ivoriano, da ieri, è entrato ufficialmente nel cuore di ogni tifoso romanista, anche a coloro che fino a ieri lo etichettavano esclusivamente per la sua scarsa attitudine al gol o per la sua particolare acconciatura.

L’azione del vantaggio giallorosso è pura poesia:  Totti spizza di testa a centrocampo per Pjanic ( appena entrato in campo ) che è  bravissimo ad anticipare Bonucci e partire velocissimo con la palla incollata al piede e, a testa alta, servire Kevin Strootman che crossa al centro per Gervinho, che a sua volta, con un colpo acrobatico mezzo di tacco e mezzo di suola, insacca Storari sotto la Curva Sud. 

Il resto è delirio, urla, gioia, brividi e felicità per tutti i giocatori in campo ma soprattutto per i tifosi presenti allo stadio Olimpico, mai così belli e mai così tanti.

 

ROMA-JUVENTUS, RECORD E POLEMICHE

Ma Roma-Juve, anche questa volta, fa rima con “arbitri”.

In avvio di ripresa, la Juventus segna con Peluso ma a gioco fermo: il guardalinee Manganelli segnala che il pallone crossato da Isla è uscito fuori dal campo nella sua parabola. Parabola strana, arcuata.

Antonio Conte, dopo la partita, davanti ai microfoni, fa partire la polemica, e riferendosi al (presunto)fallo di Benatia ai danni di Giovinco lanciato a rete in contropiede, che è costato “solo” il giallo al difensore marocchino, dichiara: “Penso sia un fallo da ultimo uomo. Ho chiesto a Rocchi, che ha detto che il giocatore si stava girando… Non ho capito comunque. Non so se c’è l’interpretazione dell’ultimo uomo o no, non voglio entrare nell’interpretazione degli arbitri. Accettiamo la decisione” – poi continua, arrivando a parlare del gol annullato a Peluso di cui abbiamo parlato poc’anzi – “Secondo me è dentro di un metro sicuro, guardate la traversa e la palla. Ripeto, si può sbagliare, però a me sembra dentro di un bel po’. Ci sta che il segnalinee l’abbia vista fuori.” Conclude con una frecciatina al capitano giallorosso: “Meglio sia successa a sfavore nostro, viceversa, sai, con la storia degli aiutini…”

Ovviamente il tecnico bianconero non è stato l’unico della sua squadra a non apprezzare particolarmente l’operato del direttore di gara. Infatti, un pò a sorpresa, Gigi Buffon, solitamente molto (molto) tranquillo, si è addirittura diretto negli spogliatoi prima del fischio finale in polemica con le decisioni di Tagliavento.  Non proprio sportiva la sua reazione, considerando che la moviola nel post-partita, ha dato ragione al fischietto di Terni. 

Secondo quanto riporta il sito di statistiche Optasports.it, ieri sera nel match dello stadio Olimpico, i bianconeri non sono mai riusciti a tirare nello specchio della porta difesa da Morgan De Sanctis (a parte nell’azione del gol annullato a Peluso). Non era mai accaduto nella gestione Conte. Anche questo è un piccolo record per Garcia e i suoi uomini. 

Roma-Juventus è stata la gara che ha fatto registrare il miglior seguito televisivo delle ultime due edizioni della TIM Cup. Su Rai 1, il match è stato seguito da 9.320.998 spettatori complessivi, con il 31,20% di share.

La vittoria di ieri rende la Roma la prima semifinalista di Coppa Italia, aspettando Napoli-Lazio…infatti se i cugini biancocelesti dovessero superare i partenopei al San Paolo il prossimo 29 gennaio, la Roma si troverebbe a dover giocare ben tre derby nell’arco di appena otto giorni. Due di Coppa Italia ed uno di campionato. Roba da matti. 

 

VERSO VERONA-ROMA 

Intanto la squadra si è ritrovata oggi a Trigoria, ora l’obiettivo è Verona. Bisogna vincere ancora, per restare attaccati alla capolista Juventus. Anche perchè, a proposito di incroci, sabato sera alle 20.45, si sfideranno Lazio e Juventus, ancora allo stadio Olimpico. Chissà se i cugini laziali, per una volta, riusciranno ad “aiutare” la Roma?

I giocatori che sono scesi in campo ieri dal primo minuto contro i bianconeri  hanno svolto lavoro defaticante in palestra. Bastos ( che – come riporta il profilo Twitter della Roma- domani si presenterà in conferenza stampa alle 15.00) è con loro. Out invece Balzaretti e Romagnoli, mentre Benatia è rimasto a riposo precauzionale per una lieve sindrome influenzale.

 

RUDI GARCIA E PALLOTTA: TUTTI PAZZI PER PJANIC

“E’ un giocatore essenziale per noi, per la seconda parte della stagione e anche per il prossimo anno”. Con queste parole, rilasciate al termine della vittoria sulla Juventus, Rudi Garcia,ha tolto dal mercato Miralem Pjanic, centrocampista bosniaco che piace molto al Psg. Se ne è parlato tanto a Roma e dintorni negli scorsi giorni, ancora di più dopo l’acquisto di Nainggolan. Oggi il quotidiano francese “L’Equipe” conferma: il no sarebbe arrivato da James Pallotta, deciso a rinnovare il contratto del giocatore.

Dopo la vittoria sulla Juventus e il conseguente accesso alla semifinale di Coppa Italia, ecco un’altra bella notizia per il mondo giallorosso: Pjanic resterà ancora a Roma. Parola di Pallotta, parola di Rudi Garcia. 

 

ADDIO NICOLAS

Ormai è ufficiale e definitivo. Il Genoa ha acquistato a titolo definitivo Nicolas Burdisso dalla Roma. Il centrale argentino sarà legato alla società rossoblù con un contratto fino al 2015. A riferirlo è SkySport 24 che annuncia anche un altro colpo di Preziosi, insieme a Burdisso: Marco Motta (ex-giallorosso).

Con questo cambio di maglia, Burdisso avrà l’opportunità di giocare di più rispetto a quanto fatto finora in questa stagione in giallorosso, ed avrà più possibilità di essere presente con la sua Argentina al Mondiale in Brasile. La Roma, però, si trova ora con la necessità di trovare un’ottima alternativa in questo ruolo, orfano di una riserva di livello. Sabatini, siamo convinti, ci stupirà ancora una volta.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy