Riise sfida Kolarov: “Mi dispiace, ma il sinistro più forte è il mio”

Il norvegese risponde al quesito della Roma: “Lui è più preciso, ma se dovessi scegliere prenderei me stesso”

di Redazione, @forzaroma

Due mancini, due esterni, due calciatori sempre alla ricerca della soluzione dalla distanza, sia su azione sia su calcio piazzato. Alexsandar Kolarov è il presente, sta segnando come un centrocampista – 7 gol stagionali in 24 presenze totali – e sta arando quella fascia sinistra come faceva qualche anno fa John Arne Riise. E sono stati proprio i profili social giallorossi a lanciare la sfida, con un semplice quesito: “Chi ha il tiro più potente tra i due?“. La risposta del norvegese, vero e proprio cerimoniere e mattatore in queste situazioni, non si è fatta attendere: “Mi dispiace Kolarov, ma scelgo me stesso. Tiravo più forte e tiro ancora forte. Tu hai più precisione nei calci di punizione, ma il tiro più potente è il mio”. E chissà se arriveranno presto le parole del serbo a riguardo, o se risponderà come ha spesso dimostrato sul campo quest’anno: facendo gol, sempre con il solito e fidato sinistro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy