Richards: “Salah ha raggiunto il top prima di arrivare alla Roma. Alla Fiorentina era un dio”

L’ex difensore di Liverpool e Fiorentina, compagno dell’egiziano proprio in viola, ha raccontato alcuni aneddoti sull’attaccante

di Redazione, @forzaroma

Sono tanti i calciatori che negli ultimi anni sono riusciti a raggiungere un livello altissimo con la maglia della Roma e poi si sono affermati ulteriormente con le big d’Europa. È stato il caso dei vari Benatia, Marquinhos, Alisson e ovviamente Salah. L’egiziano ha vinto la Champion League con i Reds, il Mondiale per Club ed è arrivato quinto nel Pallone d’Oro 2019. Secondo Micah Richards, però, Salah aveva già raggiunto il top alla Fiorentina, quindi prima di arrivare alla Roma nel 2015. “Momo non passava mai la palla, ma era giustificato perché segnava gol meravigliosi – ha detto l’ex difensore del Liverpool, e compagno dell’egiziano proprio ai tempi dei viola, alla trasmissione ‘Anfield Wrap’ -. Molta gente pensa che abbia raggiunto il top con la Roma e che questo lo abbia portato al Liverpool, ma in realtà già alla Fiorentina giocava su quel livello. Forse non segnava così tanto ma il suo impatto sul gioco in ogni partita era impressionante”.

Richards racconta poi un aneddoto di quando Salah era alla Fiorentina: “Qualche volta siamo andati a prenderci un caffè insieme, ma non potevamo andare da nessuna parte. Beh, io potevo ma lui no perchè dopo soli due mesi era diventato come un Dio a Firenze. Fece un gol alla Juve dove saltò 3 o 4 giocatori, lì ho capito che era speciale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy