Rezza sulla ripresa della A: “Parere non favorevole”. Poi scherza: “Da romanista manderei tutto a monte”

Il direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità aggiunge: “Tocca alla politica decidere. Certo, è uno sport che implica contatti e questo può portare ad un certo rischio di trasmissione”

di Redazione, @forzaroma

Giovanni Rezza, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, nell’abituale conferenza stampa della Protezione Civile ha commentato la possibilità di una ripresa dei campionati di calcio e in particolare della Serie A. Queste le sue parole:“Io da romanista manderei tutto a monte (ride, ndr). Tocca alla politica decidere. Certo, è uno sport che implica contatti e questo può portare ad un certo rischio di trasmissione. Ho sentito che qualcuno proponeva un monitoraggio più stretto per i calciatori, ma mi sembra un po’ tirata come ipotesi. Siamo quasi a maggio… Se dovessi dare un parere tecnico, non darei parere favorevole. È un parere mio personale che, penso, possa essere condiviso dal comitato tecnico-scientifico. Poi, sarà la politica a decidere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy