Retroscena Monchi: ecco la clausola che non ha permesso al Barcellona di strapparlo al Siviglia

Retroscena Monchi: ecco la clausola che non ha permesso al Barcellona di strapparlo al Siviglia

Gli andalusi hanno favorito, in segno di riconoscenza, l’addio del loro ds senza sfruttare la clausola rescissoria. L’unica condizione era che non firmasse per altri club spagnoli

di Redazione, @forzaroma

La prima parte del calciomercato estivo è stato senza dubbio segnata dai colpi di Monchi, che sta lavorando notte e giorno per regalare a Di Francesco i rinforzi necessari. I tifosi giallorossi sono ansiosi di vedere il lavoro dello spagnolo dopo un anno di Roma. Intanto El Mundo Deportivo rivela un retroscena sul ds dei capitolini: il Barcellona, prima del suo arrivo in Serie A, lo aveva messo in cima alla lista per riempire la casella di segretario tecnico, ma la clausola rescissoria dello stesso Monchi col Siviglia avrebbe impedito la riuscita dell’affare. La Roma, infatti, ha potuto abbracciare il suo nuovo dirigente senza pagare nulla agli andalusi, che hanno permesso al loro ds di continuare altrove la sua carriera senza avvalersi della clausola e senza altri ostacoli, in segno di riconoscenza. Lo stesso non sarebbe avvenuto nel caso in cui Monchi avesse avuto intenzione di andare al Barcellona, visto che la condicio sine qua non per un suo addio a zero, era che non andasse in nessun altro club spagnolo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy