Respect Diversity, Baldissoni sul caso Lotito: “Per molti è una presenza ingombrante. Non ha di meglio di cui occuparsi” – FOTO

I dirigenti della Roma saranno presenti quest’oggi all’evento organizzato dall’Uefa contro il razzismo

di finconsadmin

I dirigenti della Roma saranno presenti all’evento anti-razzismo organizzato dall’Uefa nella Capitale. La conferenza ‘Respect Diversity 2014? organizzata dalla Uefa, con la partecipazione della rete FARE e di FIFPro (l’unione mondiale calciatori) e con il supporto della Federcalcio, si svolgerà nella giornata di oggi e domani. Il meeting, giunto alla sua 4/a edizione, riunira’ oltre 200 delegati delle federazioni, delle leghe, dei club, delle organizzazioni politiche, delle associazioni non governative e delle minoranze. Ecco le parole del presidente Uefa Michel Platini, che aprira’ i lavori assieme al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio : “Lo sport e’ per tutti, a prescindere dal colore della pelle, dalla religione e dall’orientamento sessuale o politico. Spero che questa conferenza, organizzata con i nostri partner, incoraggi i dirigenti, gli allenatori, i giocatori e i tifosi a collaborare per fermare qualsiasi forma di discriminazione”. Atteso l’ex presidente Figc Giancarlo Abete, che ha mantenuto la vicepresidenza Uefa.  Sarà presente, ovviamente, anche Maurizio Beretta, presidente della Lega di Serie A, e tra gli invitati figura anche Andrea Agnelli, presidente della Juventus.    DIRETTA Ore 17.02 – Il dg Baldissoni commenta così la presenza nel ritiro della Nazionale azzurra di Claudio Lotito “Non credo che in Nazionale ci sia una querelle tra De Rossi e Lotito. Lui è al seguito dell’Italia, secondo molti in maniera forse un po’ troppo ingombrante, evidentemente non ha di meglio di cui occuparsi, e quindi si occupa della Nazionale”. Sul convegno invece queste le parole del dg giallorosso: “Il razzismo e’ un tema diffuso trasversalmente nel calcio in tutti i paesi europei, ma questo non vuole dire che bisogna fare passi indietro. La Roma, come ha spiegato piu’ volte, non arretrera’ neanche di un centimetro nel combattere qualsiasi forma di ostilita’ verso qualsiasi diversità. In questo senso – ha aggiunto il dg giallorosso – e’ sufficiente seguire l’esempio dello sport, dove conta il merito e non il colore della pelle, la religione o gli orientamenti sessuali. Basterebbe seguire questo stesso esempio anche sugli spalti”. Ore 16.45 – Parla il Presidente della Juventus Agnelli: “Con il fenomeno dell’immigrazione di massa, l’Italia sta diventando un paese sempre più multiculturale. La natura internazionale delle squadre di calcio rende questo sport perfetto per combattere il razzismo. La Juventus promuove questi messaggi fondamentali tramite 2 iniziative: Gioca con Me e Un Calcio al Razzismo. Un Calcio al Razzismo sponsorizza progetti contro la discriminazione organizzati dalle comunità locali. Aprendo la mente fin dalla giovane età questi ragazzi saranno gli adulti responsabili e rispettosi di domani. Gioca con Me nasce per aiutare i bambini dalle scarse risorse economiche a iscriversi alle Juventus Academies. .Unendo bambini con provenienze sociali diverse, abbattiamo il pericoloso muro dei pregiudizi di classe” Ore 15.30 – E’ arrivato all’Hotel Parco dei Principi anche il tecnico della Roma Rudi Garcia. garcia_uefa Ore 14.30 – Prende parola il Presidente dell’Uefa Platini che introduce la conferenza. Platini ha anche risposto sulle frasi famose di Tavecchio:Il presidente della Figc Tavecchio ha espresso frasi che hanno provocato stupore e riprovazione. L’Uefa ha deciso di aprire una inchiesta su cui si esprimerà, dunque non entrerò nel merito. In Italia ci sono state diverse controversie sul tema, i giocatori del Milan hanno abbandonato il campo per gli insulti razzisti rivolti a un suo giocatore durante una amichevole e anche Balotelli si è lamentato”. Queste le altre parole del numero 1 dell’Uefa: “Il calcio è un esempio straordinario della società mista e delle diversità, come si può vedere da un campo di periferia a una partita di Champions. L’Europa del calcio del maschio bianco e maschista è finita e per fortuna non tornerà”. “La conferenza che ho l’onore di presiedere è la quarta di questo tipo in undici anni e nè io e nè la Uefa pensiamo di poterci inorgoglire di questa ripetizione – ha rilevato Platini-. Dobbiamo essere onesti, è la constatazione di un fallimento: il razzismo in tutte le sue forme appartiene sempre al presente delle nostre società e del calcio tuttavia la Uefa è la prima organizzazione sportiva a mettere all’ordine del giorno sistematicamente la lotta a questi flagelli”. Platini ha spiegato quindi che il “calcio è il riflesso fedele delle correnti d’idee del nostro continente. Lo specchio un po’ deformante ma fedele della nostra società che rispecchia qualità ma anche difetti, fenomeni negativi come l’onnipotenza del denaro e l’arroganza dei ricchi. Bisogna riconoscere  che in Europa del Nord e del Nord-Ovest si sono resi conto prima che il nostro sport non poteva restare indifferente. E che il calcio poteva rispondere al meglio a questo flagello”. Ore 13.40 – Secondo quanto risulta alla nostra redazione, più tardi, Rudi Garcia e il CEO Italo Zanzi dovrebbero raggiungere il dg al convegno organizzato dall’Uefa. Ci si aspetta una folta rappresentanza della società giallorossa a questo evento. Ore 13.35 – Il direttore generale giallorosso, Mauro Baldissoni, è appena arrivato all’Hotel Parco dei Principi.    

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy