Renga: “De Rossi ha la sensazione che la Roma non voglia proporgli il rinnovo del contratto”

di Redazione, @forzaroma

Questa sera nel corso della trasmissione radiofonica “A tutto mercato” in onda sulle frequenze di Radio Ies è intervenuto il giornalista de Il Messaggero Roberto Renga per fare chiarezza sull’intervista di Franco Baldini e per parlare di un nuovo possibile caso-De Rossi.

 

“ll problema della giornata è il caso De Rossi. Il giocatore ha la sensazione che la Roma non voglia proporgli il rinnovo del contratto. Sono giorni particolari  per la Roma: prima gli attacchi a Totti e le dichiarazioni di Baldini, poi il nuovo caso di giornata che riguarda il centrocampista di Ostia. Ormai è un dato di fatto che il calciatore non ha la società dalla sua e che lui stesso non si sente protetto dal club.

Lui può e magari vuole  rimanere ma posso avvertire nell’ambiente cheil calciatore stesso ha sensazione che la Roma non sia intenzionata a confermarlo. Ipotizzo due soluzioni attorno a De Rossi: uno, la Roma lo vende, due, aspetta la fine del contratto e manda via il ragazzo a parametro zero. La sensazione di cui io parlo da qualche giorno è che sta sparendo la romanità da questa Roma. A me non sembra una grande mossa però rinunciare a due pilastri come De Rossi e Totti. Luis Enrique va d’accordo con tutti e  lui non ha problemi con nessun giocatore a cominciare da due calciatori cosi importanti ai quali nessun tecnico farebbe a meno.

Non si puo dare del pigro a Totti: o Baldini lo ricorda a 18 anni, oppure si è fatto influenzare da quello che hanno detto Capello e Galbiati. Mi preoccupano molto le posizioni di Totti e De Rossi; diciamo una Roma con il mal di pancia: mi hanno stupito le dichiarazioni di Baldini che non parla mai a caso e che quindi qualche cosa nell’intervista rilasciata alla Repubblica voleva dire. Cosa voleva intender con quelle dichiarazioni? Forse c’è un piano preciso che porta ad allontanare determinati personaggi dall’ambiente giallorosso.

I casi Totti e De Rossi non sono forse agganciati tra loro, però sul caso dei romani forse qualcosa in comune c’è: i romani non sono pigri, sono più di tutti gli altri, gente per bene che lavora e anche tanto.

Giù le mani dai romani e da Totti e De Rossi. La Roma senza questi due campioni non andrebbe lontano.

Speriamo che Baldini rilasci subito una dichiarazione all’Ansa per smentire tutto e fare chiarezza sull’accaduto.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy