Ranieri studia la nuova Roma, fiori alla moglie e cena con lo staff

L’arrivo a Ciampino questa mattina, poi Villa Stuart e Trigoria: il mister giallorosso non si ferma un secondo in vista del match di lunedì contro l’Empoli

di Dario Marchetti, @@dariomarchetti7

“La giornata di oggi è stata molto lunga, ma bella. Quando fai le cose con piacere non senti la fatica, parola di Claudio Ranieri. Ed è proprio vero, al punto che al suo ritorno a casa ha continuato a lavorare. Poco importa della sveglia presto per essere in mattinata a Ciampino da Londra e la corsa a Trigoria per presentarsi alla squadra e dirigere il primo allenamento. Il tempo stringe, lunedì c’è l’Empoli e poi altre 11 partite che decideranno il futuro della Roma e chissà forse anche il suo.

Il rientro a casa, però, è quasi da film. Auto scura che lo lascia sotto la sua abitazione in zona Parioli, un mazzo di fiori per la moglie Rosanna che l’ha accompagnato in questa seconda avventura in giallorosso e un “daje mister bentornato, siamo tutti con te!” di un tifoso che lo ha incontrato poco prima di entrare nel portone. Qualche minuto dopo la testa di Ranieri torna al lavoro e inevitabilmente alle prossime partite di campionato. Arrivano a casa del tecnico ex Fulham, il match analyst, Carlo Cornacchia, e il suo vice, Paolo Benetti. Temi della serata: come far giocare la Roma da qui alla fine e come aiutare i calciatori sotto l’aspetto psicologico. Una prima idea se la saranno fatta già durante l’allenamento pomeridiano, ora arriva il bello perché tra infortuni e squalifiche sono tante le grane in casa giallorossa. Il tempo non è dalla sua parte, ma lo ha detto lo stesso mister: “Se mi hanno richiamato significa che sono migliorato”. E questo è sicuramente l’augurio che si faranno tutti i tifosi della Roma e la società, vogliosa di centrare l’obiettivo Champions League ancora una volta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy