Ranieri: “Gestire Totti è di una semplicità estrema. Il problema è l’ambiente”

Il tecnico del Leicester torna a parlare del capitano della Roma: “Adesso ha accettato di entrare come faceva Altafini nell’ultima mezz’ora e fa la differenza. Io gli dicevo sempre che con la sua classe potrà giocare fino a 40 anni, fino a quando vorrà”

di Redazione, @forzaroma

Questa mattina il tecnico del Leicester Claudio Ranieri è intervenuto ai microfoni di Radio Uno per parlare di diversi temi: Premier League, Serie A e Nazionale. Tra gli argomenti trattati, l’allenatore testaccino si è soffermato su Totti e sul big match di ieri sera all’Olimpico tra Roma e Inter. Queste le sue dichiarazioni: “Gestire Totti è di una semplicità estrema, il problema è gestire tutto l’ambiente intorno alla Roma… Francesco è il campione che tutti conosciamo ma anche un uomo stupendo, bravissimo. Lui adesso ha accettato di entrare come faceva Altafini nell’ultima mezz’ora quando la squadra ha bisogno di lui e fa la differenza. Io gli dicevo sempre che con la sua classe potrà giocare fino a 40 anni, fino a quando vorrà. I campioni lo sono non soltanto perché hanno il talento e sono stati baciati dalla fortuna, ma anche perché hanno qualcosa in più nel cervello e sanno gestirsi“. E su Roma-Inter: “E’ stata una partita bellissima, anche se i tifosi di Roma e Inter avranno patito molto. E’ stato un match senza esclusione di colpi, ‘alla inglese‘. C’erano delle deficienze tattiche, ma hanno fatto bene i giocatori. De Boer sta facendo un buon lavoro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy