Quando Pallotta promise ad Alemanno: “A Novembre si parte con lo stadio”

di Redazione, @forzaroma

“Entro novembre si comincerà con lo stadio” . Firmato Gianni Alemanno. Cronaca di poco più di un mese fa, quando l’establishment della Roma si era ritrovato nell’informalità di una cena tra pochi intimi: dirigenti, costruttori e sindaco per una serata dedicata al futuro giallorosso, un’occasione unica per fare il punto della situazione e sviscerare argomenti fondanti del progetto americano.

 

In cima a tutto, ovviamente, la questione dello stadio di proprietà: tra voci e indiscrezioni, il primo cittadino della Capitale aveva deciso di uscire allo scoperto (ecco la cronaca della serata), regalando ai media ed all’opinione pubblica una scadenza ben definita. “E’ andata bene. Pallotta mi ha garantito che stringe i tempi. Sicuramente entro novembre si parte”.

 

Poche parole dense di soddisfazione: il sogno di una vita che prova a diventare realtà, un sindaco che arriva dove nessun altro ha osato, un supporto totale ad un’idea che abbraccia il business e la passione. Novembre, però, è scivolato via senza grosse novità, un altro mese che si somma alla lunga attesa per un annuncio che, almeno fino a questa estate, doveva essere gridato a settembre, quando  la società avrebbe scelto tra le proposte inviate dall’advisor Cushman & Wakefield.

 

Slittamento “fisiologico”, probabilmente sarà questo il succo di un’altra tappa mancata: la prossima settimana sarà ancora James Pallotta a rubare la scena giallorossa, il magnate statunitense ha promesso un graditissimo omaggio agli innamorati di Roma e sono in molti a pensare (sperare) che sia giunto finalmente il momento di sottoscrivere in calce una data precisa, magari accompagnata dalle generalità sull’area prescelta e da dichiarazioni fatte con le sicurezze del caso.

 

M.P.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy