Prima la Samp poi la Fiorentina. Nainggolan: “Roma, è ora di tornare a vincere in casa”

Dalla Samp alla Samp. Fu contro i blucerchiati il primo pareggio stagionale della Roma (a Marassi terminò 0-0); e lunedì proprio contro la formazione di Mihajlovic i giallorossi vogliono chiudere la scia di X in campionato e tornare alla vittoria casalinga che manca dal 30 novembre

di Guendalina Galdi, @Guend4lina_G

Ci sono le casalinghe disperate, e ci sono delle partite casalinghe da vincere disperatamente. Dallo scorso 30 novembre la Roma non conquista i tre punti in una gara interna. Non ha mai perso, consolazione magrissima, è ancora imbattuta ma inserita in un circolo di pareggi che l’hanno fatta arenare. Ancora seconda ma, attualmente con la Juve con una gara in più, a meno 14 dalla vetta. “E’ arrivato il momento di tornare a vincere all’Olimpico”. L’ha detto Radja Nainggolan, lo pensano in molti. Il digiuno interno dura da troppo tempo e lunedì, contro la Sampdoria, ci sarà da allungare, o almeno mantenere invariato, il distacco dalla coppia di terze in classifica, Napoli e Lazio.Quando giochiamo in casa le squadre si chiudono e noi troviamo più difficoltà – ha ammesso Radja, nel corso dell‘intervista rilasciata a SkySport – Dobbiamo cercare di ritrovare il nostro gioco e tornare a vincere il prima possibile”. Nainggolan non sarà della partita, causa squalifica, ma si augura che i compagni ritrovino la vittoria in quell’Olimpico che ad inizio stagione (e lo scorso campionato) era una fortezza in cui gli ospiti per trovare anche solo un pareggio dovevano compiere un’impresa. Dopo la Sampdoria, sempre la prossima settimana, arriverà nell’impianto capitolino la Fiorentina per il ritorno degli ottavi di Europa League. Basterà una settimana di risultati positivi in casa per far tornare il sorriso all’Olimpico, anche se per passare il turno in Europa potrebbe bastare anche uno 0-0. Ma a Trigoria non hanno alcuna intenzione di continuare a mettere una X sulle partite interne.

Dopo l’1-1 in rimonta al Franchi, Garcia ha detto che la sua Roma, dopo i venti minuti iniziali, aveva ritrovato il gioco, l’atteggiamento e l’intensità giusta. Con la voglia di continuare su questa scia, Nainggolan oggi è tornato sulle sue dichiarazioni post Fiorentina-Roma (“Quando giochiamo in 11, giochiamo da Roma”): “Volevo dire solo che la squadra ha fatto un’ottima partita, ero soltanto contento per la prestazione fatta e che comunque dobbiamo continuare a fare questo tipo di prestazioni“. Capitolo chiuso, nessuna polemica o accusa contro qualche compagno o l’allenatore da parte del belga.

 

TOTTI DI NUOVO IN CAMPO – La squadra oggi è scesa nuovamente in campo per il penultimo allenamento in vista dell’impegno di lunedì sera. Riscaldamento, poi lavoro sul possesso palla (esercitazione sui due tocchi), una parte tattica, partitella e le consuete finalizzazioni prima di rientrare negli spogliatoi. Tutti a disposizione di Garcia tranne gli infortunati. De Rossi e Manolas si sono dedicati ad una seduta in palestra e fisioterapia, mentre Totti mostra miglioramenti. Anche per lui palestra e fisioterapia ma poi il capitano ha svolto un lavoro differenziato in campo. La volontà è di recuperare per lunedì, anche se è più probabile che assista al match dalla panchina, almeno inizialmente. Appuntamento domani alle 11 per la rifinitura e, a seguire, la conferenza pre-partita di Rudi Garcia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy