Presentazione EZTrader, Nainggolan: “Senza Totti i tifosi non ci hanno sostenuto” – GALLERY – AUDIO – VIDEO

E’ andata in scena la conferenza di presentazione della partnership tra la società giallorossa e EZ Trader, azienda leader nel mondo del trading. Presente anche Radja Nainggolan e il presidente James Pallotta

di Redazione, @forzaroma

Giornata ricca di impegni in casa Roma. Prima l’incontro in Regione tra il presidente Pallotta e Zingaretti, poi la presentazione della terza maglia al nuovo Roma Store di via del Corso con Kevin Strootman ospite speciale. Stessa location per un nuovo evento, ovvero la conferenza di presentazione della partnership tra la società giallorossa e EZ Trader, azienda leader nel mondo del trading. Presente anche Radja Nainggolan e il presidente James Pallotta.

Prende la parola Laurent Colette, Chief Marketing Officer della Roma:
“Benvenuti nel nuovo Roma Store, per noi è un orgoglio presentare questo negozio molto moderno, nel centro della città. Oggi vogliamo presentare questo accordo con EZTrader, è un orgoglio questa partnership. E’ un’azienda di trading, sarà un accordo di tre anni, un lungo compromesso, un accordo di dimensione globale, l’esclusiva sarà mondiale, lo sponsor sarà uno di quelli più importanti per la Roma allo stesso livello di Sky, Trentino, Sisal e Frecciarossa. E’ importante lavorare con loro, hanno una vocazione mondiale, ci sono clienti da tutto il mondo, è un simbolo della dimensione e vocazione globale della Roma. Il 90% dei tifosi della Roma abitano fuori dall’Italia, questo dato deve crescere nel futuro. EZTrader è attivo nel mondo dello sport, attualmente ha un accordo con il Tottenham e lavora con la squadra della Germania femminile di pallamano, che per i tedeschi è uno sport molto popolare. EZTrader vuole utilizzare l’immagine della Roma e dei suoi giocatori per aiutare a migliorare la comunicazione di EZTRader. Non è solo un accordo commerciale, ma una collaborazione strategica, possiamo sviluppare molte iniziative a livello globale. Voglio ringraziare il presidente Pallotta e tutto il management della Roma. So che EZTrader aveva ricevuto molte chiamare di altre squadre e se ha scelto la Roma è perché gli è piaciuta la realtà attuale, ma anche il futuro, tra cui il progetto dello Stadio della Roma. Ringrazio i dirigenti di EZTrader”.

Prende la parola il presidente del consiglio di amministrazione di EZ Trader, Gustavo Perrotta: “Volevo ringraziare l’AS Roma per la disponibilità trovata soprattutto nell’area marketing. Esser vicini allo sport è di lungo corso, c’è un connubio, un link naturale tra sport, finanza, media e tecnologia. La vicinanaza con il Presidente Pallotta, perché sposiamo totalmente la strategia molto chiara, lineare, messa in piedi dal Presidente e dal suo staff. Siamo stati ospiti a New York per rivedere i piani e i progetti futuri della nuova Roma e siamo totalmente allineati con i loro progetti. Siamo una piattaforma finanziaria che permette di tradare online. Siamo presenti in tutto il mondo. Per noi è un onore aver siglato questo accordo con la Roma e speriamo sia solo l’inizio di una partnership di lunga gittata. È l’inizio di un percorso che ci porterà a nuovi successi. Vicino a me c’è un puro talento, un belga-indonesiano come Nainggolan che parla anche con un accento romano, che ha anche una view globale di quello che stiamo cercando di fare. Siamo fieri di essere accanto al fianco di una società innovativa, all’interno della quale sport, media, tecnologia, finanza sono all’interno di un sistema molto vicino. Crediamo nel progetto e lo sposiamo in pieno”.

La parola al Shimon Citron, Ceo di EZTrader: “Mi scuso per il fatto di non parlare italiano, voglio impararlo presto. Sono molto felice di essere qui, sono emozionato, abbiamo visto da vicino i progetti dello Stadio. Sono convinto che questa partnership beneficerà entrambe le parti. E’ un piacere aver incontrato Pallotta, mi ha confermato l’ambiente speciale che esiste intorno alla Roma, è solo il primo passo verso un viaggio di lungo respiro e lungo termine”.

Una battuta anche da parte di Radja Nainggolan: “Uno sponsor importante che entra a far parte della nostra famiglia. La partnership con EZTrader è un segnale importante per tutti noi”.

Iniziano le domande dei giornalisti presenti al Roma Store

Per Gustavo Perrotta: Come nasce l’idea di questa partnership? “Nasce da una relazione già esistente con il Dott. Pallotta e il suo gruppo. Siamo ammaliata dall’entusiasmo e dalla disponibilità che il sistema Roma ci ha dimostrato sin dall’inizio. E’ servita la veduta del Presidente di creare un brand per lui che per la sua famiglia, al fianco del quale ci sono dei parteners e dei brand di livello internazionale che verranno decuplicati con i prossimi progetti”.

Per Colette: Quanto è importante avere sponsor? “Importante essere nel cuore della città, come dice la canzone. Per tutti, gente e turisti. Per capire l’identità e comprare gli articoli della Roma. Qui a Via del Corso che è un posto simbolico. Qui e Trigoria sarà la nostra casa”.

Per Gustavo Perrotta: EZ Trader può diventare main sponsor? “Camminiamo prima di correre. Evidentemente c’è un interesse a crescere con la Roma. Quindi inevitabilmente siamo una società che cresce. Il potenziale è quello di andare ben al di là una sponsorship premium, che per ora ci soddisfa in pieno”.

Per Nainggolan: Quanto manca per il rinnovo? “Io aveva già deciso di rimanere. Sono felice qua, questa cosa si risolverà perché ci stiamo trovando bene tutti e due e presto si troverà l’accordo”.

Interviene Pallotta: “I love you”.

Per Colette: Sta procedendo la ricerca di un main sponsor? Ci sono progressi?
Stiamo lavorando, abbiamo richieste molto chiare. Quando ci sarà un nuovo sponsor ne parleremo”.

Per Nainggolan: Spalletti ha detto che mancano dei leader, ti senti tu un leader?
“Si mi sento leader, anche perché una mia tipologia di gioco è fatto a che un po’ di quello. Bisogna anche vedere l’episodio nelle partite perché nel primo tempo si vede una squadra diversa rispetto al secondo. Con l’ingresso di Totti si vedeva anche che da parte dei tifosi c’era più entusiasmo. Io mi domando perché non ci fosse quell’entusiasmo anche nel primo tempo: perdevamo due a uno, e sono arrivati i fischi. Non è facile giocare con tranquillità e sicurezza. Con l’ingresso di Totti è cambiata la marcia in tutti quanti anche perché la spinta era due o tre volte più forte rispetto a prima”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy