Prandelli: “La Juventus è la squadra da battere. Per il Mondiale ho in mente 35 giocatori, non 23”

di finconsadmin

La Juventus e’ sempre la squadra da battere. Ne e’ convinto il ct azzurro Cesare Prandelli, che si esprime dopo l’ultima giornata di campionato, caratterizzata dalla vittoria che la Juventus ha ottenuto per 3-0 sul Napoli. ”La Juventus in questi anni ci ha abituato a grandissime prestazioni, non mi ha sorpreso. Abbiamo rivisto la squadra degli ultimi 2 anni, non solo a livello caratteriale, ma anche di intensita’. La Juve e’ la squadra da battere”, dice il commissario tecnico dal ritiro di Coverciano, dove l’Italia prepara le amichevoli contro Germania e Nigeria.

 

”Dobbiamo capire se alcuni giocatori mantengono, a certi livelli, la sfrontatezza che mostrano nel campionato italiano. Candreva, ad esempio, nella Confederations Cup ha dimostrato personalita’. Alcuni giocatori non riescono a fare altrettanto”, spiega ancora Prandelli. ”Questa e’ una settimana che va vissuta in maniera serena. Sono giorni da vivere con il sorriso, con il piacere di giocare. La Germania ci ricorda grandi imprese, bisognera’ preparare bene la partita”, dice prima di soffermarsi sulla convocazione di Marco Parolo, protagonista di un ottimo avvio di stagione con il Parma. ”Parolo e’ il centrocampista che in questi mesi ha avuto il rendimento piu’ alto. E’ giusto portare Parolo”, dice il ct.

 

AdnKronos

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy