Poker Roma a Vienna: doppio Dzeko, De Rossi e Nainggolan. Giallorossi in testa al girone – GALLERY

Svantaggio dopo neppure due minuti, ma i giallorossi hanno saputo ribaltare il risultato in quattordici minuti e gestire la partita senza grossi rischi. Doppietta di Dzeko, arrivato a dodici gol in questo inizio di stagione, a segno anche De Rossi e Nainggolan

di Jacopo Aliprandi, @JacopoAliprandi

VIENNA, dal nostro inviato – Svantaggio dopo neppure due minuti, ma la Roma ha saputo reagire e ribaltare il risultato. Controllo totale della partita, i giallorossi gestiscono il pallone e ripartono letalmente con la velocità di Peres e la freddezza di Dzeko. Il bosniaco firma una doppietta arrivando a dodici gol in stagione, De Rossi e Nainggolan realizzano le altre reti giallorosse.

DZEKO SUONA LA SVEGLIA – Il primo tempo inizia nel peggiore dei modi: dopo neppure due minuti l’Austria Vienna si porta in vantaggio con Kayode, gol propiziato da un errore di Jesus sulla trequarti laterale: il brasiliano non si preoccupa dell’incursione di Venuto che crossa rasoterra al centro trovando il suo compagno di squadra. Giallorossi però che riscattano l’handicap iniziale centoventi secondi dopo con una bella azione sulla fascia destra. Parte tutto da Paredes che con un passaggio filtrante serve in corsa Bruno Peres, il quale trova poi Dzeko al centro dell’area con un passaggio a filo d’erba. Ristabilita la parità, la Roma gestisce palla in attesa di uno spazio per colpire. Lo trova quattordici minuti più tardi, grazie alla ‘papera’ tra Martschinko e Hadzikic sulla linea di porta che, ostacolandosi sul colpo di testa di Dzeko, regalano il pallone a De Rossi che ha solo bisogno di allungare il piede per segnare.

MODULO – Roma che come di consueto gestisce il pallone avanzando con il baricentro, subendo però anche le ripartenze pericolose dei due esterni d’attacco dell’Austria E due delle tre ammonizioni mostrare da Estrada ai giallorossi sono proprio per fermare le rapide incursioni avversarie. Spalletti vuole, e non è una novità, due moduli durante la partita: difesa a quattro quando attacca l’Austria Vienna, a tre invece in fase di possesso palla, con Peres a supporto di Perotti (con l’argentino più dentro il campo).

DZEKO & NAINGGOLAN – Dopo un inizio di ripresa che ha visto i padroni di casa cercare di impensierire la retroguardia giallorossa con la rapidità e la mobilità di Venuto, la Roma trova il 3 a 1 grazie alla bella intesa tra El Shaarawy e Dzeko. In mancanza di Salah, questa volta è l’altro Faraone a servire l’assist per il bosniaco che, trovato su cross “a scavalcare la difesa” – come direbbe Spalletti -, di piatto prima prende il palo e poi realizza su suo stesso tapin. Dodicesimo gol in questo inizio di stagione, Dzeko sempre più ritrovato e uomo fondamentale per la formazione capitolina. Tra gestione e affondi la Roma trova anche il quarto gol a dodici dalla fine con il destro dentro l’area di Nainggolan non è l’ultima rete della serata: Grünwald allo scadere trova il 2 a 4, inutile però per il risultato finale del match. La Roma vince, sebbene con qualche solita distrazione, consacrandosi capolista del girone di Europa League.

IL PUNTO 

Austria Vienna-Roma

 

TABELLINO

Austria Vienna-Roma 2-4

Austria Vienna (4-2-3-1): Hadzikic; Larsen, Rotpuller, Filipovic, Martschinko; Serbest (83′ Prokop), Holzhauser; Pires, Grünwald, Venuto (86′ Tajouri); Kayode (71′ Friesenbichler).
A disp.: Pentz, Vukojevic, Stronati, Salamon.
All.: Thorsten Fink.

Roma (4-2-3-1): Alisson; Peres, Ruediger, De Rossi, Juan Jesus; Paredes, Strootman; Perotti (83′ Iturbe), Nainggolan, El Shaarawy (71′ Gerson); Dzeko.
A disp.: Szczesny, Fazio, Marchizza, De Santis, Salah.
All.: Luciano Spalletti.

Arbitro: Javier Estrada (ESP)
Assistenti: Miguel Martínez (ESP), Teodoro Sobrino (ESP)
Assistenti addizionali: Alejandro Hernandez (ESP), Ricardo De Burgos (ESP)
IV uomo: Javier Rodriguez (ESP)

Ammoniti: 6′ Kayode, 43′ Ruediger

Marcatori: 2′ Kayode, 4′ Dzeko, 18′ De Rossi, 45′ Strootman, 65′ Dzeko, 79′ Nainggolan, 89′ Grünwald

CRONACA PRE-PARTITA

Ore 17.52 – Sopralluogo dei giallorossi in campo.

Ore 17.40 – La Roma è arrivata allo stadio.

Ore 17.20 – La Roma ha appena lasciato il suo hotel in direzione Ernst Happel Stadion.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. noel - 4 anni fa

    Una buona prima mezz’ora per la Roma ma gli ultimi 15 minuti abbiamo concesso molto campo agli austriaci.

    Importante fare un altro gol nel secondo tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy