Pjanic e Dzeko, sfida nel segno dell’amicizia

I due talenti bosniaci si affronteranno questa sera nella sfida di Champions League tra Manchester City e Roma

di finconsadmin

Amici-Nemici. Questa è la bella storia di Edin Dzeko e Miralem Pjanic che oggi si affronteranno nella partita di Champions League tra Manchester City e Roma. I due, entrambi bosniaci, hanno avuto un’infanzia diversa; Miralem allo scoppia della guerra in Bosnia emigrò insieme alla famiglia in Lussemburgo (paese del quale ha anche la seconda cittadinanza), mentre invece Dzeko fu costretto a rimanere nel Paese, spostandosi di città in città nel tentativo di sfuggire alle bombe.

Un passato per entrambi traumatico, ma un futuro radioso per due amici che hanno preso strade e club diversi ma che non mancano mai di salutarsi e scambiarsi belle parole ogni volta che ne capita l’occasione.Come nel caso dell’intervista per Gol.com, nella quale i due hanno parlato del loro rapporto e delle insidie che affronteranno le due squadre questa sera con in campo i due bosniaci:

Edin è in forma e sarà una vera minaccia per noi, non devo essere certo io a scoprire le sue qualità. Speriamo che passi un brutto martedì”, ha detto Pjanic.È un giocatore molto pericoloso e io so bene che in poco tempo e in poco spazio può creare dal nulla un’occasione da gol. Dovremo stare molto attenti”. Dello stesso avviso Dzeko, che fino a qualche giorno fa era “contento di incontrare il mio amico Miralem. Abbiamo parlato subito dopo i sorteggi ed eravamo felici di questa sfida. Adesso servirà tanta attenzione. La Roma ha tanti giocatori forti, Pjanic è uno dei migliori e dovremo avere un occhio di riguardo per lui. Ha tanta fantasia e se gli lasci spazio potrebbe essere fatale e potremmo pagarne le conseguenze”.

Saranno 90’ di fuoco – ha spiegato Dzeko -. Rispettiamo la Roma, hanno un mix importante di gente giovane e d’esperienza. A Monaco siamo stati sfortunati perché abbiamo preso gol nel finale, contro la Roma vogliamo la nostra prima vittoria ma senza fretta, aspettando il momento giusto”. La Roma farà altrettanto: “Sappiamo che questo girone è difficilissimo – è il pensiero di Pjanice sappiamo che battaglia ci aspetta a Manchester. Ma abbiamo la forza per tornare imbattuti dall’Inghilterra, anche se sarà una notte davvero molto complicata”.

Questa sera, per la prima volta, saranno nemici e rivali. Ma solo sul campo, solo per 90 minuti della loro amicizia, che è lunga una vita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy