Pioli: “Il rigore non c’era, ha condizionato la gara”

Le parole del tecnico biancoceleste al termine del derby vinto dalla Roma per 2 a 0

di Redazione, @forzaroma

Al termine del match vinto dalla Roma sulla Lazio per 2 a 0, è intervenuto ai microfoni dei giornalisti il tecnico biancoceleste, Stefano Pioli.

PIOLI A PREMIUM

Lazio troppo carica e troppo nervosa?
“No, non credo perché siamo stati carichi al punto giusto. Non è mancata la voglia o la determinazione. La gara si è messa subito male su un rigore che non c’era. Il rammarico è proprio questo. Poi non siamo stati in grado di sfruttare le nostre occasioni. La seconda rete di Gervinho è stata un’ingenuità”.

Rigore?
“Gli episodi in queste partite sono determinati. Capisco che non era possibile per l’arbitro vedere questo episodio perché non ha le immagini davanti, siamo stati sfortunati. Però se non sei sicuro prima di fischiare un rigore in una gara così importante devi prendere un’altra decisione”.

Fallo di Lulic su Salah?
“Sono partite cariche di duelli, di contrasti e di falli. Lulic voleva intervenire sulla palla, per fermare un contropiede. Non aveva nessuna intenzione di far male al giocatore”.

Ti aspettavi una Roma con questo modulo?
“Noi abbiamo cercato di allungarli e di attaccare la profondità. E’ stata una gara combattuta ed equilibrata. Abbiamo avuto diverse occasioni però purtroppo non siamo stati capaci a rimettere in piedi la partita. I due episodi sono stati il rigore e la nostra ingenuità sul secondo gol. Peccato perché potevamo restare in partita fino alla fine e cercare di fare nostro il risultato”.

Curve vuote anche al ritorno?
“Posso solo dire che mi auguro che cambi, perché penalizziamo lo spettacolo e i tifosi sani. In Italia faccio diventare complicate anche le cose semplici. Basta far entrare i tifosi veri e lasciare fuori gli altri”.

PIOLI A SKY

Quanto può far male un derby perso dopo averci lavorato la settimana intera?
Fa male, il nostro è un momento delicato, 3 sconfitte di seguito mai fatte finora. È un peccato, mi spiace, vorrei parlare di atteggiamenti tattici ma la partita è stata condizionata da un rigore che non c’era.

Secondo lei la Lazio non ha lasciato troppo campo aperto?
E’ chiaro che se sei sotto rischi, abbiamo lasciato un paio di contropiedi. Partita equilibrata, gli episodi hanno deciso, nel primo tempo soprattutto, potevamo pareggiare subito non ci siamo riusciti. Sul secondo gol abbiamo delle responsabilità, ma credo che senza il rigore la partita sarebbe stata diversa. Avevo già visto il rigore, non c’è perché il fallo è fuori. Fischiare un fallo così in una gara così importante…devi essere sicuro al 105% e l’arbitro non poteva esserlo. Purtroppo per noi ha sbagliato.

Però Gentiletti commette un errore no? Ha dato modo all’arbitro di sbagliare.
La partita è stata equilibrata e l’abbiamo preparata così, sono gli episodi che decidono. Inizi e stai sotto non è facile, l’avversario ha l’arma della velocità, abbiamo avuto le nostre occasioni, responsabilità sul secondo gol, avevamo preparato coperture diverse. Abbiamo dimostrato che potevamo pareggiare. Ci abbiamo provato a riaprirla non ci siamo riusciti.

Ai tuoi giocatori cosa dirai? Chiuderla solo con l’errore dell’arbitro è sbrigativo.
Non è vero, ho detto che è un episodio condizionante, ma c’era tutto il tempo per riprenderla. Non possiamo prender un secondo gol così, nostre responsabilità ci sono tutte. Siamo in un momento negativo, saprò cosa dire alla squadra.

 PIOLI IN CONFERENZA STAMPA

Parte tutti dal rigore che non c’era ma poi avete avuto il tempo per recuperare…
“La voglia ls quadra ce l’ha messa. Nel primo tempo abbiamo avuto anche noi occasioni come la Roma. Due episodi hanno determinato la partita. Il rigore che non c’era e il secondo gol della Roma dove abbiamo sbagliato”

Tagliavento lo considera ancora uno dei migliori arbitri?
“E’ un buon arbitro ma non è fortunato con noi”

I giocatori non hanno recepito il fatto che fosse una partita determinante. La preoccupa questo?
“Sono preoccupato per il momento delicato e per la classifica. Ma la squadra ha dato tutto. Ha sbagliato qualcosa ma non è mancato l’impegno”

Sei vittorie e sei sconfitte: la squadra ha deficit tecnici o non recepisce quello che lei indica?
“Ci vuole più attenzione in tutto quello che facciamo., Abbiamo commesso alcuni errori e quindi abbiamo alcuni difetti tecnici”

Come si reagisce?
“Testa bassa, parlare poco e lavorare tanto. Solo così”

Avete esagerato troppo con i lanci lunghi?
“Visto la loro difesa alta abbiamo pensato di fare così, ed abbiamo ccreato occasioni. Peccato non essere riusciti a segnare”

L’anno scorso sembrava che la squadra si divertisse a giocare quest’anno no. Lo avverte anche lei?
“L’entusiasmo lo crei con i risultati e con la continuità che purtroppo quest’anno non abbiamo. Ora non si può chiedere di essere contenti. Dobbiamo venirne fuori con il lavoro”

La Lazio protesta male e poco, nonostante gli errori arbitrali. La sente ancora sua questa squadra?
“Non credo che se la squadra avesse protestato di più Tagliavento avrebbe cambiato idea. Certo che la squadra la sento mia. Ed io sono il primo responsabile”

PIOLI A RAI SPORT

Derby condizionato dal rigore, ma forse dalla Lazio ci si aspettava di più
Credo che nel primo tempo la squadra abbia interpretato bene. Andare sotto su un rigore che non c’era ci ha complicato il percorso, ma dopo abbiamo avuto possibilità di pareggiare. Sul secondo gol abbiamo responsabilità.

Lazio che sembrava intimorita dagli attaccanti della Roma. E’ mancata cattiveria?
Credo che si tiri in ballo la cattiveria perchè si è perso. Partita equilibrata, la roma ha avuto 3-4 occasioni come noi. Abbiamo giocato con determinazione, purtroppo abbiamo commesso un errore, dopo il secondo gol era difficile rimontare

Per la Lazio è iniziato il momento negativo dopo il gol preso all’ultimo a Bergamo
Sicuramente a Bergamo abbiamo buttato un occasione, per come abbiamo avuto altre occasioni, è un momento delicato, non avevamo mai perso 3 partite. dobbiamo lavorare meglio e a testa bassa

Oggi la Lazio era quasi al completo. Ci si aspettava attenzione maggiore dietro
Sicuramente abbiamo commesso degli errori e si può fare meglio. La classficia dice che non siamo dove dovremmo. Dobbiamo analizzare il momento e capire cosa non va, ho un solo metodo, lavorare.

Settimana scandita dalle polemiche per la protesta delle curve
Le coreografie e la passione dello scorso anno oggi non c’erano. E’ un peccato perchè ne perde lo spettacolo. Bisogna aprire lo stadio alle persone per bene e lasciare fuori chi non lo è

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. encat - 5 anni fa

    ahahahahahahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy