Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Mercato Roma, le novità di gennaio: da Dalot a Zakaria, alla cessione di Micki

Getty Images

Sulla fascia e al centro del campo bisogna trovare delle soluzioni. Mourinho ha bisogno di un aiuto e la società vuole accontentarlo

Redazione

Tiago Pinto è concentrato esclusivamente sul calciomercato. Risolvere i problemi della rosa della Roma è fondamentale per poter raggiungere gli obbiettivi prefissati da Mourinho. Il primo colpo è sulla fascia destra. DiogoDalot del Manchester United ha detto sì ai giallorossi, il direttore generale deve trovare l'accordo con il club inglese. Sul piatto della trattativa la Roma ha messo 15milioni per un prestito con diritto di riscatto, ma lo United vuole l'obbligo anche ad un prezzo inferiore. Il portoghese sarebbe felice sia di essere in squadra con il suo compagno di nazionale Rui Patricio, che di tornare a giocare in Italia. La sua esperienza al Milan è durata un solo anno (da ottobre 2020 a giugno 2021), ma non è riuscito ad ottenere grandi risultati.

 Getty Images

Chi è Diogo Dalot?

Quando Dalot debuttò a 19 anni sulla panchina del Manchester c'era proprio Mourinho, che lo ha subito promosso come titolare. Il giovane classe 1999 dopo aver sostituito Luke Shaw in Premier si è guadagnato il posto fisso, giocando anche come esterno offensivo. Ha avuto un'esplosione così forte che si pensava potesse diventare un campione. Ma il sogno si è interrotto dopo l'esclusione del portoghese e l'arrivo nel club di Solskjaer, che ha deciso di metterlo in panchina. Il ragazzo ha trovato comunque il modo di farsi notare con la sua nazionale, dimostrando anche una versatilità nel ruolo: ha dimostrato di avere grandi capacità sia come terzinodestro che sulla fascia sinistra.

Se non si dovesse chiudere la trattativa con il portoghese, Tiago Pinto ha già pensato ad una soluzione: Bartosz Bereszynski. Il polacco, di proprietà della Sampdoria, piace a Mourinho. I rapporti con Ferrero, presidente del club, sono buoni e questo potrebbe aiutare la chiusura del passaggio. Si pensa ad uno scambio. I nomi più caldi sono inevitabilmente: Villar e Calafiori, aggiungendo anche Riccardo Ciervo. Il giovanissimo che ha debuttato in Serie A con D'Aversa, è adesso in prestito al club blucerchiato, con diritto di ricatto e la possibilità del controriscatto.

I problemi di Mourinho continuano a centrocampo

Il buco al centro del campo è ormai impossibile da colmare con i giocatori messi a disposizione di José. Pinto, come è ormai noto, ha puntato lo svizzero Zakaria, che non è arrivato nella capitale a causa del prezzo troppo elevato. Dopo le ottime prestazioni durante l'europeo molti club si sono avvicinati al ventiquattrenne, facendo lievitare così il costo del cartellino. Altro svizzero tenuto sott'occhio dalla Roma è Xhaka. Il suo nome, per tutta la durata del mercato estivo, era stato accostato al club giallorosso e anche il giocatore stesso aveva dato segnali che il suo arrivo nella capitale era sempre più vicino. Commenti sui social e varie interviste avevano convinto tifosi e giornalisti che il ventinovenne sarebbe diventato un nuovo giocatore di Mou. Poi è arrivato il rinnovo inaspettato con l'Arsenal fino al 2025; ma le sue prestazioni deludenti e i continui infortuni potrebbero riaprire la pista. Il direttore generale ha così cambiato obiettivo: FlorianGrillitsch, centrocampista austriaco. Il classe 1995 è in scadenza di contratto con l'Hoffenheim e piace molto al tecnico portoghese.

Senza cessioni non può esserci mercato

Il mercato in entrata è direttamente collegato con quello in uscita. Il primo a poter andare via è Henrikh Mkhitaryan. Il suo rapporto complicato con l'allenatore sono alla base del suo possibile addio alla Roma, aggiunto poi alle prestazioni deludenti di questa stagione. Non è lo stesso giocatore dello scorso anno, che cambiava le partite e dava uno strappo importante all'attacco della Roma. Fanno discutere anche le parole del suo agente dell'armeno Raiola, che ha risposto alla domanda sul calciatore con un secco: "Chiedete alla società". Una risposta che non ha lasciato spazio ad approfondimenti. L'addio a gennaio è possibile anche in vista della scadenza del contratto. La meta potrebbe essere la Russia, dove il centrocampista ha ancora grandi ammiratori; tuttavia il giocatore nei giorni scorsi aveva dichiarato di voler tornare al Borussia Dortmund.

Oltre all'amareno ci sono anche le possibili cessioni di Villar e Diawara, senza dimenticare coloro che sono stati messi fuori rosa: Fazio, Santon e Ricciardi. Per l'americano Reynolds si cerca una squadra dove mandarlo in prestito. Una situazione difficile quelle delle cessioni, forse più di quella dei nuovi arrivi. Per Tiago Pinto saranno settimane complicate, ma l'obbiettivo è accontentareMourinho, che sembra aver perso lo smalto dimostrato al suo arrivo.

 Getty Images