Petrachi: “Non intendevo che il calcio sia sport per soli uomini. Chiedo scusa alle donne”

Petrachi: “Non intendevo che il calcio sia sport per soli uomini. Chiedo scusa alle donne”

Il ds giallorosso risponde dopo le polemiche: “Ero arrabbiato e volevo sottolineare quanto il calcio sia – ed è sempre stato – uno sport fisico e di contatto”.

di Redazione, @forzaroma

“Il calcio è un gioco maschio, non c’è spazio per le signorine”. La sfuriata del direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi, arrivata dopo il pareggio con il Cagliari, non è piaciuta a molte esponenti del calcio femminile e non solo. Il dirigente romanista ha voluto chiarire il senso delle sue parole con una dichiarazione rilasciata all’Ansa: “Mi scuso se qualcuno si è sentito offeso dalle mie parole. Non era affatto mia intenzione insinuare che il calcio sia uno sport solo per uomini e non adatto alle donne. Ero molto arrabbiato perché non era stato convalidato un gol che ritenevo regolare e volevo sottolineare quanto il calcio sia – ed è sempre stato – uno sport fisico e di contatto”.

Il ds ha poi rilasciato altre dichiarazioni tramite i canali del club: Mi dispiace se qualcuno si sia offeso per le parle che ho usato. Non intendevo dire che il calcio sia sport per soli uomini e non per femminucce. Il calcio è per tutti e alla Roma siamo orgogliosi della nostra squadra femminile e nel nostro ruolo nella promozione del calcio femminile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy