Petrachi: “Catturato da Fonseca, è un vincente. Oggi nessun alibi per Pastore”

Petrachi: “Catturato da Fonseca, è un vincente. Oggi nessun alibi per Pastore”

Le parole del ds giallorosso: “Il Flaco deve fare la differenza da trequartista. Non sottovalutiamo il Basaksehir”

di Redazione, @forzaroma

Il direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi è tornato a parlare a pochi minuti dall’esordio in Europa League con il Basaksehir. Queste le sue parole:

PETRACHI A SKY

La Roma negli ultimi anni certi tornei li ha affrontati con approccio sbagliato, non c’è stata la cultura di vittoria a tutti i costi. Come si costruisce la mentalità?
Facendo capire ai giocatori quanto la società ci tiene, siamo stati molto chiari in settimana, abbiamo parlato di come ci teniamo ad andare avanti. Dobbiamo cercare di far bene, non sottovalutare l’avversario anche se è un nome a tanti sconosciuto. È una squadra importante che ha buoni giocatori, già da oggi dobbiamo avere l’approccio giusto e non sottovalutarla. Questo è un qualcosa che ha fatto anche l’allenatore, mi auguro che i ragazzi abbiano compreso la situazione.

Pastore titolare. È un modo di metterlo in vetrina o può recuperare il passo?
Il mister lo metterà nella sua posizione migliore, quindi non possono esserci alibi. Fa il trequartista, il suo cavallo di battaglia. Si è allenato bene, ha superato i problemi. Può fare la differenza, adesso sta a lui cercare di riappropriarsi dell’affetto della gente. C’è stato qualche fischio, ma basta poco per riconquistare la gente di Roma e la tifoseria.

Fonseca gioca un calcio moderno.
Devo dire che io sono stato catturato da questo allenatore. È giovane, ma è avanti. Sta lavorando tanto per portare quel tipo di mentalità che in Italia non è semplice da apprendere immediatamente. Ha capacità dialettica, riesce a farsi capire bene dai ragazzi. Giorno dopo giorno sta iniziando a conquistarli, soprattutto dal punto di vista tattico. Nell’ultima partita ho visto quello che vedo in settimana, sono ottimista e voglio esserlo. Il viatico giusto è fare quello che vuole l’allenatore. Lui è un vincente, ha la cultura del vincere attraverso il gioco. Mi auguro che si possa riuscire a portare qualcosa di importante a Roma.

PETRACHI A ROMA TV 

Direttore esordio in Europa per la squadra e per lei.
Una serata in cui bisogna dare tutto, lo sanno anche i ragazzi che sono stati avvisati. Vogliamo fare un’ottima Europa League, spero che l’approccio sia quello giusto come contro il Sassuolo con quella intensità. Possiamo fare un’ottima gara.

E’ giusto partire nel migliore dei modi per far capire ai tifosi l’importanza della competizione. 
Questo è stato ribadito ai ragazzi, ci crediamo e teniamo tanto a questa competizione. Affrontiamo un avversario per molti sconosciuto. L’anno scorso sono stato in Turchia e vi posso assicurare che è una squadra che può permettersi giocatori importanti rappresentando la città intera di Istanbul. Non bisogna pensare che sia una passeggiata.

In Europa non bisogna sottovalutare nessuno.
Sono partite particolari, in Europa si vedono come i tatticismi. In Italia siamo abituati a guardare in maniera specifica la gara, fare la furbata. In Europa è diverso, si giocano a viso aperto. Sono anche belle secondo diversi punti di vista

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy