Zeman: “Non ha deciso Totti di smettere, oggi un funerale. Il suo ruolo è in campo”

Il boemo: “Io penso che Francesco abbia ancora voglia di giocare, ma non potrà farlo in Italia e all’estero deve trovare la squadra adatta alle sue qualità e capacità”

di Redazione, @forzaroma

Il tecnico del Pescara Zdenek Zeman ha parlato nel post-partita contro la Fiorentina di Francesco Totti e della serata dedicata a lui

ZEMAN A PREMIUM SPORT

Totti scherza sempre: ce la faceva a correre. Mi dispiace per lui: non è stato lui a decidere. Oggi invece che una festa è una tragedia. Io penso che abbia ancora voglia di giocare, ma non potrà farlo in Italia e all’estero deve trovare la squadra adatta alle sue qualità e capacità. Si dice Roma di Totti, non di qualcun altro. Ha avuto compagni bravi in questi venticinque anni ma lui ha fatto sempre la differenza.

TOTTI A SKY SPORT

Ho visto poco purtroppo della sua festa. Una giornata così per me è più un funerale che una festa. Se fosse stato il ragazzo a decidere di smettere sarebbe stata giusta la festa, ma siccome hanno deciso altri non è giusta.

Cosa gli consiglierebbe?
Lo dico da sempre, se il ragazzo se la sente di giocare ancora… Io penso che se la senta, poi magari purtroppo non può giocare in Italia perché la maglia della Roma non la mollerà mai. Io so che vuole giocare, spero che possa trovare la giusta sistemazione all’estero.

Non ce lo vede in giacca e cravatta a Trigoria?
No, il campo è il suo ruolo. Per questo era il primo ad arrivare e l’ultimo ad andarsene. Pescara? Non credo sia alla sua altezza, merita ancora una squadra vera.

Ad esempio?
Non lo so, sono decisioni sue. Sono gli altri che si devono interessare.

Di Francesco alla Roma?
Secondo me c’è confusione alla Roma. Per come lui è abitato ad essere trattato a Sassuolo, a Roma non lo troverà questo ambiente. Io penso che andrà alla Roma, pochi hanno rifiutato. Uno che cambia ambiente, cambia in meglio. Lui è abituato a queste cose, ha fatto anche il team manager. Il discorso è riuscire ad ottenere quello che vuole, sia dai giocatori che dalla società.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy