Perotti: “Vittoria importante, altre volte avremmo pareggiato o perso”

Le parole dell’attaccante giallorosso al termine del match vinto contro il Crotone

di Redazione, @forzaroma

Seconda vittoria consecutiva in campionato per la Roma: i giallorossi battono per 1-0 il Crotone grazie al gol su rigore di Diego Perotti. Al termine del match, l’attaccante argentino ha rilasciato alcune dichiarazioni.

PEROTTI A PREMIUM SPORT

Un rigore importantissimo.
Dopo quello che avevo sbagliato non potevo sbagliare questo. Vittoria importante, tante volte queste partite le avremmo pareggiate o perse. Sono tre punti importanti.

Ci si aspettava una partita più facile. Stanchezza e qualche giocatore nuovo che fatica ad entrare negli schemi.
Abbiamo giocato una partita dura col Chelsea e poi a Torino. Questa partita un anno o due anni fa non le avremmo vinte, abbiamo difesa e portiere solidi, poi i gol li facciamo. Il possesso palla è stato nostro, loro sono una buona squadra. L’importante era vincere e l’abbiamo fatto.

Quanto è difficile pensare sempre a vincere con le partite così ravvicinate?
Vincere è la cosa più bella che c’è nel calcio e nello sport: non è semplice, le altre ci conoscono e noi siamo un po’ stanchi. Dobbiamo essere corti, stretti e lottare l’uno per l’altro: per ora lo stiamo facendo bene.

Non la solita rincorsa stasera sul dischetto.
Non si può calciare sempre allo stesso modo, oggi il rigore è servito per vincere e a me per sbloccarmi.

PEROTTI A ROMA TV

Hai ritrovato il gol…
Speravamo di fare di più, ma non siamo stati convinti sotto porta. Certo è che fino a qualche tempo fa queste partite le vincevamo

Il gol, la chiamata in nazionale, il nuovo figlio. Tutte belle notizie per te…
La vita mi sta regalando momenti bellissimi in questa settimana. Dopo la chiamata in nazionale mi hanno informato che sarò di nuovo papà. Siamo contentissimi mia moglie ed io.

Perché ti manca il gol?
Mi manca, ma ho fatto il più importante di tutti. Non è che la Roma mi ha preso perché faccio 30 gol l’anno. Io gioco per la squadra. Se fa gol Dzeko o Defrel non mi cambia niente. Su questo aspetto devo sicuramente lavorare, anche se non sono più giovanissimo. Io lavoro per i miei compagni, poi se arriva il gol meglio.

Roma sempre lucida…non prendete quasi mai gol.
Questa partita un tempo l’avremmo persa. Hanno giocato Fazio, Moreno, Karsdorp – che ha fatto un partitone – e Kolarov che è inesauribile. Noi alla fine segniamo quasi sempre. Se riusciamo sempre a non prendere gol ci toglieremo grandi soddisfazioni.

A che punto è la Roma?
Non mi piacciono questi discorsi. Abbiamo giocato con il Chelsea ed il Torino che non sono state partite facile. Stiamo capendo quello che ci chiede il mister. Noi abbiamo un po’ di margine di miglioramento, ma come ho detto queste partite ti servono a non dire: “Vedi? Con quei punti persi col Crotone non saremmo arrivati a 4 punti dalla Juve”.

PEROTTI A SKY

Cosa significa questa vittoria?
Tre punti, non perdiamo la rincorsa su quelle che ci stanno davanti che hanno vinto tutte. Dobbiamo ancora recuperare una partita, oggi era fondamentale e lo sarà quella di sabato, poi c’è il Chelsea. Sono tutte partite importanti da vincere, se faremo come oggi le potremo vincere.

Possesso palla dominato, è mancata precisione.
Sì, i numeri non mentono. Il possesso è una buona percentuale, anche i tiri ma dobbiamo prendere la porta. Non possiamo vincere tutte le partite 3-0, tutti pensavano che col Crotone avremmo vinto 4-0 ma queste sono le partite più difficili. Poi alla fine, come l’anno scorso, quando arrivi a 4-5-6 punti da chi ha vinto lo scudetto, dici ‘se avessimo vinto contro quella squadra la storia sarebbe stata un’altra’. Oggi abbiamo fatto tre punti, dobbiamo migliorare.

Esultanza particolare sul gol.
Ieri abbiamo saputo che mia moglie è incinta, non posso chiedere di più dopo la chiamata in nazionale. Sono molto contento, il gol è per lei o lui, non lo so ancora, ma soprattutto per i tifosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy