Perotti: “I rinnovi ci hanno fatto bene, non sarebbe stato facile sostituire Dzeko”

Perotti: “I rinnovi ci hanno fatto bene, non sarebbe stato facile sostituire Dzeko”

Le parole dell’argentino: “Arriviamo bene all’inizio di stagione, ma con il Genoa non sarà facile. Le parole di Karsdorp? Non mi riguardano perché sono contento dei compagni che ho. Con Fonseca noi esterni giochiamo vicino alla porta e ci piace”

di Redazione, @forzaroma

Diego Perotti, autore del gol del momentaneo 1-0, ha parlato al termine dell’amichevole contro l’Arezzo, vinta dalla Roma per 3-1. Le sue parole:

PEROTTI A ROMA TV

Una buona amichevole.
Sì, loro sono una buona squadra, giocavano bene e ci hanno messo in difficoltà. E’ stato un bel test. I primi minuti non abbiamo fatto quello che abbiamo fatto con il Real Madrid, ma piano piano abbiamo trovato gioco e centrato la vittoria.

Cosa manca alla Roma? E’ pronta per l’inizio del campionato?
Abbiamo giocato con squadre forti e siamo soddisfatti. Manca un po’ di fisico, a volte le gambe non vanno come uno vorrebbe, ma penso che arriviamo al meglio a questo inizio di stagione. Contro il Genoa non sarà facile.

Con Fonseca gli esterni sono sempre più centrali…
E’ un modo di giocare che ti fa stare vicino alla porta e all’attaccante. Abbiamo fatto quello che il mister vuole anche se non è semplice quando arriva un allenatore nuovo. Possiamo cominciare bene la stagione.

Quanto hanno fatto bene i rinnovi allo spogliatoio?
Tanto, sono tre giocatori importanti. Non sarebbe stato facile sostituire Dzeko, la Roma ha fatto benissimo. Siamo tutti in condizione, anche se il mercato non è chiuso. Soddisfatto di quello che hanno fatto fino ad adesso.

PEROTTI IN ZONA MISTA 

Ora si fa sul serio, la squadra è pronta?
Abbiamo fatto un bel mese, ci siamo allenati bene con un nuovo allenatore e non è mai facile quando arriva un nuovo modo di giocare. Ci abbiamo messo tanto noi come lui, siamo pronti per cominciare la stagione.

Karsdorp in prestito ha detto che alla Roma era scioccato e che veniva lasciato solo. Quali sono state le tue sensazioni quando hai letto quel tipo di messaggio e cosa spinge un giocatore in prestito a rilasciare quelle dichiarazioni sulla squadra che ne detiene il cartellino?
Sono molto contento dei compagni che ho, della squadra che si è creata. Ho sempre avuto un buon rapporto con tutti, sono cose personali e io non c’entro nulla perché io sono molto contento dei compagni che ho in squadra.

Anche oggi ti abbiamo visto venire a giocare a destra, ti abbassi molto. Fonseca ti lascia libero? Ti trovi bene?
Chiede agli esterni di venire dentro, di stare vicino all’attaccante e alla porta con più possibilità di fare gol. Ci piace, abbiamo i giocatori per farlo e stiamo trovando il modo di giocare che lui vuole.

Dzeko ha detto che i suoi compagni sono stati fondamentali per convincerlo a restare, cosa gli avete detto?
Penso abbia visto prima di tutto la voglia del mister di fare bene, ha visto che la maniera di giocare aiuta tanto un giocatore come lui. Poi sa che è uno dei giocatori più importanti che abbiamo, non era facile sostituirlo ora che manca poco per cominciare. La Roma ha fatto un grande lavoro su questo, lui ci ha messo del suo e speriamo ora di fare una buona stagione insieme.

Il Genoa è una squadra speciale per te, è obbligatorio cominciare con una vittoria.
Sempre, con qualsiasi squadra. Il Genoa lo porterò sempre nel cuore per quello che mi ha dato per arrivare in una squadra importante come la Roma, mi ha salvato la carriera perché senza di loro oggi non sarei qua. È speciale affrontarli, ma ora penso alla Roma e ai tre punti.

L’Arezzo?
È una squadra coraggioso, giocano da dietro e hanno giocatori forti. È stato un bel test, non li conoscevamo molto ma ci è servito tanto per allenare le cose che vogliamo fare in campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy