Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news as roma

Perez: “Felice, ma stanco. Vinte due partite dopo un momento non facile”

Getty Images

"Voglio aiutare al massimo la squadra quando il mister mi dà l’opportunità di giocare"

Redazione

La Roma vince contro lo Zorya anche grazie a una ottima prestazione di Carles Perez. Queste le sue parole a fine match.

PEREZ A DAZN

Stanco ma soddisfatto, com’è stato tornare titolare? Bello, anche se sono stanco. Felice per la prestazione della squadra e per il gol.

Ti sei fatto trovare pronto, la miglior risposta per Mourinho… Certo, mi sono sentito bene. L’obiettivo era qualificarci e ci siamo riusciti. Questo è l’importante

Il tuo prossimo obiettivo? Voglio aiutare al massimo la squadra quando il mister mi dà l’opportunità di giocare.

Adesso che forma prende la stagione? Dopo un periodo non facile, abbiamo ottenuto due vittorie, questo è importante. Dobbiamo impegnarci per fare bene.

PEREZ A SKY

Era una partita da dentro o fuori, avete risposto come vi aveva chiesto Mourinho... Certo, sapevamo che era una finale, l'abbiamo presa così. L'obiettivo era vincerla per qualificarsi, siamo contenti.

Il tuo gol è stato fondamentale. Oggi ho giocato bene, sono qui per aiutare la squadra, quando il mister mi chiede di giocare voglio farlo bene. Oggi è andata bene e sono contento.

E' difficile diventare titolare con la Roma... Certo, bisogna lavorare ogni giorno e approfittare al massimo l'opportunità che ti dà il mister.

PEREZ A ROMA TV+

"Sono molto contento di aver aiutato la squadra e che abbiamo passato il turno, ne abbiamo parlato nello spogliatoio e sono molto contento"

Sei contento per questo goal ritrovato, che ha sbloccato la partita? "Certo, è una liberazione aver segnato e aver fatto una buona partita. Oggi sono felice"

Bella prestazione individuale in un ruolo a tutta fascia come ti ha detto Mourinho. Tanto il sacrificio a livello difensivo? "Sì, giocare in mezzo porta del sacrificio in più, ma io sono qui per aiutare la squadra e sono felice del lavoro che ho fatto. L'importante è che la squadra abbia vinto".